Omicidio Mangiapelo: la Cassazione conferma la condanna, Marco Di Muro andrà in carcere

Il fidanzato della sedicenne, originaria di Alatri, uccisa a Bracciano nel 2012 dovrà scontare una pena di 14 anni. Il verdetto di sentenza emesso nella tarda serata di ieri

Federica Mangiapelo e Marco Di Muro

Omicidio di Federica Mangiapelo, i giudici della corte di Cassazione hanno respinto il ricorso presentato dal legale dell'imputato. Il relatore, giudice Vincenzo Siani ha confermato la condanna a 14 anni di reclusione per Marco Di Muro, il cameriere di 21 anni residente a Formello in provincia di Roma, accusato di aver annegato nel lago di Bracciano la sedicenne originaria di Alatri, Federica Mangiapelo. In primo grado il giovane era stato condannato a diciotto anni di pena.

Le precedenti sentenze

In Appello, applicando le attenuanti generiche, i magistrati capitolini avevano ridotto la pena di quattro anni, portando la condanna  a 14 anni. Sentenza che è stata confermata nella tarda serata di ieri. Per Marco Di Muro dunque, da  qui a qualche giorno, si apriranno definitivamente le porte del carcere. Una sentenza che ha soddisfatto a metà i genitori della sventurata ragazza che non si aspettavano quella riduzione della pena in Appello.

Il dramma di Alatri

La tragica morte di Federica non ha toccato solo la comunità di Bracciano dove da qualche anno il padre si era trasferito e dove lavora come ambulante. La morte della bellissima sedicenne ha sconvolto e lasciato annichilita la città di Alatri e l'intera provincia di Frosinone. Federica, di una bellezza fuori dal comune, aveva realizzato numerosi servizi fotografici nella città ernica.Tra le mura ciclopiche e la cattedrale. Il suo volto era divenuto un'icona per chi volesse visitare la provincia ciociara. Spiritosa, generosa e di grande simpatia, trascorreva l'intera stagione estiva dai nonni paterni e con lo zio, Massimo Mangiapelo, giornalista di carta stampata. Lo stesso cronista, qualche mese dopo la morte, ha dato vita al romanzo 'Federica la ragazza del lago'. Come scelta familiare Massimo Mangiapelo continua a girare in  lungo e largo l'italia con il suo libro autobiografico per poter far conoscere a tante donne i molteplici aspetti della violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento