Martedì, 23 Luglio 2024
La storia

Omicidio a Frosinone, la storia di Romina, bella e solare che amava Parigi e i profumi

Commessa in un negozio era arrivata nel Capoluogo ciociaro dal Molise insieme al suo assasino. Una storia d'amore costellata di dolore e minata dal carattere introverso di Pietro Ialongo

"Bella, solare, sempre con una buona parola per tutti e molto dolce: Romina De Cesare la ragazza uccisa brutalemnete a colpi di coltello sul petto dal suo ex compagno era così. Ogni volta che tornava qui in paese per noi era una festa". Il sindaco di Cerro al Volturno, Remo Di Ianni, è distrutto dal dolore. La piccola comunità molisana che rappresenta è rimasta annichilita dinanzi ad una tragedia tanto grande: due giovani compaesani coinvolti seppur in modo diverso in un dramma senza fine. 

La storia di Romina

Romina De Cesare, figlia di emigranti (il papà vive in paese con il fratello della giovane mentre la madre risiede in Francia) era bellissima e soprattutto amava i profumi, i colori, gli accostamenti e per questo lavora con grande passione all'interno di una profumeria.

Pietro Ialongo lavorava in maniera sporadica e insieme alla compagna aveva lasciato il paese anni fa. Una storia d'amore che si è incrinata con il passar del tempo e forse proprio a causa dell'ossessiva gelosia del trentotenne. La stessa Romina, attraverso la sua pagina social, seppur non direttamente parlava di 'amore malato' e l'appello lanciato in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza di Genere è suonato come un triste presagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Frosinone, la storia di Romina, bella e solare che amava Parigi e i profumi
FrosinoneToday è in caricamento