rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
La condanna della Politica

Omicidio a Frosinone, i candidati a sindaco all’unisono: “Orrore e condanna”

Mastrangeli, Marzi e Vicano, come l’intera comunità ciociara, sono rimasti impietriti dall’efferato femminicidio della giovane Romina De Cesare nel centro storico del capoluogo

A Frosinone, nonché nel resto della Ciociaria, non si riesce ancora a credere a quanto sia successo nel centro storico del Capoluogo. L’omicidio della giovane Romina De Cesare, da parte dell’ex fidanzato trovato poi in stato confusionale a fare il bagno nudo a Sabaudia (Latina), ha lasciato completamente inorriditi anche i candidati a sindaco Riccardo Mastrangeli, Domenico Marzi e Mauro Vicano.

Mastrangeli, anche a nome dell’amministrazione di centrodestra, ha postato: “Sempre dalla parte delle donne, anche in questa notte resa buia dall’ennesimo femminicidio”. Anche il pensiero di Marzi, competitor del campo largo di centrosinistra, è andato a Romina: “Giovane vittima di femminicidio nella nostra città, l’ennesima donna che ha pagato con la vita una follia inaccettabile”.

A ruota il candidato del Centro Vicano ha espresso orrore e condanna: “Un efferato fatto di sangue, un femminicidio nel centro storico di Frosinone. Una ragazza di soli 36 anni, stando a quanto appreso dalla stampa online, è stata massacrata nel suo appartamento con 15 coltellate”. Si è spinto oltre, garantendo una battaglia con ogni mezzo e in ogni sede contro la violenza sulle donne e i femminicidi.

Vicano: “La Ciociaria non è immune da certe aberrazioni”

“Il movente, ancora una volta, sarebbe di natura passionale - ha commentato Mauro Vicano - L’ex fidanzato, ora in stato di fermo, non avrebbe accettato la fine della storia e avrebbe iniziato a perseguitare la ragazza, fino ad ucciderla”.

“Purtroppo, quello dei femminicidi è un fenomeno che non accenna a fermarsi, sintomo di una profonda inciviltà, di brutalità, di mancanza di cultura, e, soprattutto, di mancanza di rispetto per la donna. Un fenomeno che condanniamo con fermezza e contro il quale ci batteremo con ogni mezzo e in ogni sede”.

“E che un fatto del genere sia accaduto nella nostra Frosinone ci riempie il cuore di amarezza e di dolore, confermando che purtroppo la “provincia” non è immune da certe aberrazioni e devianze umane”.

“Alla famiglia della giovane Romina vanno le condoglianze mie personali e di tutti coloro che mi stanno accanto, assieme alla condanna assoluta di ogni tipo di violenza sulle donne, non solo fisica ma anche psicologica, economica e di ogni altro tipo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Frosinone, i candidati a sindaco all’unisono: “Orrore e condanna”

FrosinoneToday è in caricamento