rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Il dramma / Villa Latina

Massacrato di botte e finito a coltellate, la vittima è Armando Tortolani

L'imprenditore di 42 anni residente a Villa Latina non è sopravvissuto alle ferite inferte dall'aggressore che è stato arrestato

Un omicidio efferato che ha lasciato annichilita l'intera Valle di Comino. La vittima dell'aggressione avvenuta con botte e colpi di coltello, il tutto accaduto ieri sera in via Pacitti a Villa Latina, è Armando Tortolani, 42 anni e imprenditore del posto.

Le indagini, portate avanti dai Carabinieri della Compagnia di Cassino coordinati da magistrato Flavio Ricci, sostituto procuratore, hanno portato al fermo di un giovane residente a Villa Latina Luca Agostino (foto in basso) di 42 anni. La ricostruzione degli inquirenti ha fatto emergere che nella mattinata di ieri, quindi poche ore prima dell'omicidio, i due avevano avuto un violento alterco. Alla base del litigio questioni personali ma tutto sembrava essere rientrato.

Poi alle sette di ieri sera il 42enne è tornato accompagnato dalla moglie, in contrada Pacitti dove risiede la vittima e qui è iniziata la discussione sfociata con un pestaggio e infine con l'accoltellamento avvenuto in strada e sotto gli occhi dei residenti. Momenti di paura, grida di terrore e la richiesta di aiuto all'Ares 118.

Armando Tortolani è stato trasferito d'urgenza al 'Santissima Trinità' di Sora dove però non è sopravvissuto: è deceduto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso. Il 35enne è stato immediatamente fermato dai carabinieri di Atina che lo hanno portato in caserma a Cassino per l'interrogatorio e successivamente arrestato. L'uomo è difeso dall'avvocato Marco Rossini. Mercoledì  il conferimento dell'incarico al medico legale De Giorgio.Luca Agostino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrato di botte e finito a coltellate, la vittima è Armando Tortolani

FrosinoneToday è in caricamento