Omicidio Willy, da Firenze con una class action per tutelare le palestre

L’azione di classe aperta alle palestre di arti marziali di tutta Italia, che a Firenze ha già ottenuto le prime adesioni, sarà seguita dall’associazione Politica, Ora!

“E’ inaccettabile associare i feroci assassini di Willy alle palestre di arti marziali, è un danno per centinaia di imprese che vedono la loro immagine lesa. Per questo partiremo da Firenze con una class action per tutelare le palestre in un momento già così delicato”. L’avvocato Roberto D’Ippolito, presidente dell’associazione Politica, seguirà le imprese in questa azione giuridica che coinvolgerà tutte le palestre di arti marziali d’Italia che ritengono di essere state danneggiate dalle polemiche nate in questi giorni collegate all’atroce crimine di Colleferro.

Le parole del giudice Sabella

“Gli attacchi subiti nell’ultima settimana sono gravi. Come è possibile che un episodio di violenza inaudita e di crudo sadismo, compiuto da uomini distanti da ogni sentimento di umanità, sia minimamente riconducibile a chi, da sempre, promuove all’interno della società valori quali l’integrazione e il rispetto? Dobbiamo difendere i valori dello sport - commenta D’Ippolito - Le palestre sono spesso luoghi di riscatto sociale, di inserimento, soprattutto in territori dove la criminalità organizzata ha radici più  profonde e recluta giovani. Non dobbiamo fare l’errore di associare le palestre e certi sport ad attività criminali, danneggerebbe proprio le persone più fragili o che vivono in contesti difficili”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’azione di classe aperta alle palestre di arti marziali di tutta Italia, che a Firenze ha già ottenuto le prime adesioni, sarà seguita dall’associazione Politica, Ora! e sarà finalizzata ad ottenere un risarcimento in base ai danni economici subiti e in base alla lesione dell’immagine delle attività e dei loro rappresentanti. “Il percorso, così come regolato dalla legge italiana,  potrà  far valere in giudizio i diritti e gli interessi lesi delle diverse associazioni e società sportive. Sarebbe così possibile - conclude l’avvocato -  ottenere un procedimento più snello e rapido, rispetto a tanti singoli ricorsi, e avere un maggior peso in giudizio”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" sbarcano a Frosinone

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Il cuore di Willy spaccato a metà dalle troppe botte. Tre indagati per omissione di soccorso

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" in Ciociaria, ecco chi è probabilmente in gara

  • Coronavirus, più tamponi e ben 31 casi in Ciociaria. D'Amato: 'Mantenere alta l'attenzione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento