Cronaca

Padre di tre figli disabili rischia il licenziamento, il tribunale di Frosinone lo salva

L'uomo residente a Ferentino ha dovuto fare causa all'Inps

Un residente di Ferentino (Frosinone), padre di 3 figli con gravissime disabilità determinate da una malattia genetica rara che li ha colpiti improvvisamente in giovane età privandoli della possibilità di deambulare, di alimentarsi autonomamente oltre che della vista con totale stravolgimento delle loro vite e di quelle dei loro genitori, ha avuto negato per ben tre volte dall'Inps il congedo straordinario ed è stato costretto, per tale motivo e per evitare di essere licenziato dal proprio datore di lavoro, a rivolgersi al tribunale di Frosinone, in via d'urgenza, per ottenere giustizia.

Il calvario inizia quando il genitore, difeso dall'avv. Marco Diana e dipendente di una società di impianti elettrici, circa un anno fa, ultimava il periodo di due anni di congedo fruito per assistere la prima figlia disabile; in ossequio ad una disposizione di legge ben chiara avanzava domanda per fruire del periodo di congedo anche per la seconda figlia, quest'ultima affetta da medesime patologie.

Da questo momento al dramma della malattia si aggiungeva l’ingiustizia dell'ente previdenziale che per ben tre volte rigettava, per analoghi motivi, la domanda di congedo, contravvenendo a una specifica norma di legge e a precedenti pronunce della Suprema Corte di Cassazione.

Il padre dei tre ragazzi disabili si vedeva costretto per ben tre volte a rivolgersi in via d'urgenza al tribunale di Frosinone per vedersi riconosciuto un diritto sacrosanto. Tutti e tre i ricorsi, presentati con l'assistenza dell'avv. Marco Diana, trovavano pieno accoglimento in tribunale assicurando al padre malcapitato il riconoscimento del congedo previsto dalla norma e dunque la possibilità di poter garantire assistenza e sostegno ai propri figli. Con l’augurio che determinati fatti non abbiano a ripetersi per il futuro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre di tre figli disabili rischia il licenziamento, il tribunale di Frosinone lo salva
FrosinoneToday è in caricamento