Palestrina, a Carchitti la fattoria di Tobia diventa il primo centro per cani malati leishmaniosi

La presentazione del centro sarà martedì 19 aprile alle 11: ad aspettare gli ospiti oltre gli animali , i volontari di Alfa e gli operatori . Il progetto nasce per iniziativa dell’associazione Love for animals. La struttura sarà inaugurata e...

thLDL4870W

La presentazione del centro sarà martedì 19 aprile alle 11: ad aspettare gli ospiti oltre gli animali , i volontari di Alfa e gli operatori . Il progetto nasce per iniziativa dell’associazione Love for animals. La struttura sarà inaugurata e aperta il 19 aprile a Palestrina

Ecco una speranza in più anche per il migliore amico dell’uomo. Nasce, infatti, a Roma il primo centro italiano che accoglierà e curerà i randagi affetti da leishmaniosi: una terribile (ma solo per loro) malattia infettiva che colpisce migliaia di cani ogni anno, endemica nel centro e nel sud del nostro paese, ma da qualche anno diffusa anche al nord. E grande è la sofferenza e la mortificazione degli animali randagi e reclusi che convivono con questa malattia, che diventa spietata se non curata in tempo e nella maniera adeguata.

Il «Leishmania Center»

Proprio per questa ragione nasce «Leishmania Center», un progetto animato da una forte motivazione etica che vuole assicurare il diritto alle cure e la possibilità di adozione ad animali che altrimenti sarebbero condannati. Così per la prima volta in Italia viene pensato e creato un luogo di transito, di cure e di riscatto per animali spesso abbandonati a causa di questa malattia. Questo progetto nasce per iniziativa dell’Alfa - Associazione Love For Animals - e il centro sarà presentato aperto ed ufficializzato la mattina del 19 aprile presso «La fattoria di Tobia» Via Colle Righetta Snc, un mega-canile nonché pensione e che si trova vicino Palestrina, località Carchitti, a pochi chilometri dall’uscita dell’autostrada «San Cesareo».

Ospitati 800 cani

La struttura ospita attualmente circa 800 cani e chi va oltre a conoscere la novità della cura per i cani randagi se ha intenzione di adottare un cucciolo ci pensi, perché qui le adozioni sono urgenti essendo un numero così elevato di cani. E proprio grazie alle cure si può pensare anche a «Puff Daddy», un cagnolino meraviglioso, affettuoso e tranquillo, giocoso e mite. Sa andare al guinzaglio ed è compatibile con maschi e femmine. Taglia medio contenuta, tanto pelo ma poco peso, ha 5 anni ed è in canile soltanto da uno. È lui uno dei primi ad aver ricevuto cure personalizzate per la leishmania e vivrà a lungo e bene come tutti gli altri, sarà sufficiente effettuare dei controlli periodici nel tempo. Si trova a Roma ma si valutano richieste anche dal nord Italia. Per informazioni il telefono è 328. 0034508 (sms o messaggio in segreteria). Per lui sono stati scritti anche dei versi : «Ogni volta che lo incontro mi innamoro di più...non serve parlare l’intesa è facile...»

Vi saranno Livio Odorizzi, Responsabile tecnico del canile «La Fattoria di Tobia», Rosanna Cabasino, Responsabile del Settore adozioni di Alfa, Gladia Macrì, responsabile della Direzione Operativa di sierologia dell’Istituto Zooprofilattico Lazio e Toscana.

Per informazioni www.leishmaniacenter.org www.associazione-alfa.org

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento