Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Palestrina, attivato un servizio in più a domicilio per i malati di Dialisi Peritoneale

Inaugurata all’ospedale di Palestrina la stanza per la Dialisi Peritoneale che serve a domicilio nel contesto del progetto Leonardo della Baxter. In questo modo sempre più l’ospedale si avvicina al territorio e risparmia concretamente per la...

Inaugurata all'ospedale di Palestrina la stanza per la Dialisi Peritoneale che serve a domicilio nel contesto del progetto Leonardo della Baxter. In questo modo sempre più l'ospedale si avvicina al territorio e risparmia concretamente per la sanità pubblica.

All'inaugurazione sono intervenuti l'On. Andrea Ferro, l'On. Rodolfo Lena (presidente Commissione Regionale Sanità) il Sindaco di Palestrina Adolfo De Angelis e il Direttore Generale della ASL RMG di Tivoli Dott.Giuseppe Caroli.

Ad accoglierli il direttore Sanitario dell'Ospedale di Palestrina Dott. Orlando Salvati: "è un grande sforzo che è stato fatto in un momento in cui mancano le risorse nel portare a domicilio del paziente le cure, dimostrando così che l'ospedale è sempre più del territorio, grazie alla Baxter". Poi ha preso la parola il Direttore Generale della ASL di Tivoli che si è complimentato per l'iniziativa perché entra nella logica di risparmio."Finora - ha detto il direttore Caroli - siano stati oggetto di lobby biomedicali. Oggi la tecnica ci viene incontro e questo tipo di attività va incentivata perché con le nuove attrezzature c'è risparmio". Poi ha denunciato il fatto che per assumere due medici si deve passare per procedure borboniche e andare a pescare nella graduatoria del 2007. Ci vogliono procedure più snelle. Quindi, si va sempre più verso ospedali specializzati, perché il tutto per tutti non è più possibile.

E' stato il presidente Rodolfo Lena a fare il punto sulla sanità regionale: "Siamo partiti da -100 ed oggi siamo a zero e l'accordo con i medici di medicina generale parla chiaro, anche se ancora risultati concreti non si vedono. Però stanno per arrivare. Ovviamente serve il personale specializzato. Non ci deve essere più il rapporto con l'ospedale ma il rapporto con il territorio, ecco perché si accoglie questa iniziativa con favore. Oggi, si deve tenere duro - ha ancora auspicato il Presidente Lena- ne Roma può fagocitare la sanità a discapito della provincia, perché mancano medici, infermieri, portantini e quindi oggi si riparte da zero ed abbiamo bisogno di scelte coraggiose. Serve professionalità e tutti si devono mettere in discussione. Oggi si deve migliorare la qualità della vita ed il territorio deve avere maggiori risorse".

Lena, inoltre, ha annunciato che molto presto apriranno due case della salute a Palombara e Zagarolo proprio per venire sempre più incontro al territorio. L'On. Ferro ha affermato che quanto fatto a Palestrina è molto importante per la salute dei cittadini ed ha auspicato che sempre più si dovrà mettere in campo una politica del territorio e che il grande buco della Sanità è dentro le mura aureliane.

Il Sindaco Rodolfo De Angelis, accompagnato dal suo vice Manuel Magliocchetti, ha ringraziato tutti ed in particolar modo il direttore dell'ospedale, perché: "ora c'è un servizio in più e credo che la popolazione sia cosciente che si debbano razionalizzare servizi e costi per cambiare modello di sanità".

La dottoressa Proietti della Baxter ha parlato di prodotti e servizi innovativi per malati cronici e non acuti che servono a migliorare la qualità della vita nei pazienti. A conclusione è intervenuto Roberto Costanzi (Segretario Associazione malati di Reni) che ha ringraziato i dirigenti, i medici e il personale dell'Ospedale di Palestrina per quanto stanno facendo in favore dei malati di reni.

Giancarlo Flavi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestrina, attivato un servizio in più a domicilio per i malati di Dialisi Peritoneale

FrosinoneToday è in caricamento