Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Palestrina, Magliocchetti: “maggiore trasparenza in comune per un migliore rapporto con i cittadini”

Che vuol dire essere giovani oggi in politica? Questa la domanda che molti si pongono ed alla quale non è facile trovare risposta. L'essere giovani è legato solo all'aspetto anagrafico oppure agli anni di esperienza e di impegno in questo...

Che vuol dire essere giovani oggi in politica? Questa la domanda che molti si pongono ed alla quale non è facile trovare risposta. L'essere giovani è legato solo all'aspetto anagrafico oppure agli anni di esperienza e di impegno in questo affascinante settore del vivere civile?

Nei giorni scorsi ha fatto abbastanza scalpore la notizia della nuova giunta del comune di Palestrina varata dal sindaco De Angelis dove tutti i nuovi assessori dell'importante città prenestina hanno meno di 40 anni e due addirittura 25.

Per cercare di capire cosa si prova ad amministrare una città del genere pur essendo ancora giovani abbiamo incontrato il vice sindaco con deleghe all'urbanistica, servizi cimiteriali, attività produttive, innovazione tecnologica e trasparenza Manuel Magliocchetti che è risultato essere anche il più votato con 454 preferenze che ci ha raccontato la sua storia.

"Intorno agli anni 2000 a 20 anni, mi sono avvicinato per la prima volta in politica frequentando la locale sezione della Margherita prima e dell'udeur dal 2004 dove ho iniziato a lavorare al fianco di Rodolfo Lena che proprio in quell'anno fu eletto sindaco per la prima volta, la seconda nel 2009 con un lista civica. Io lavoravo in un'azienda privata a Pomezia e Rodolfo mi volle al suo fianco affidandomi la direzione della sua segreteria. Il mio era un ruolo un po'di confine tra la politica e l'amministrazione in quanto dovevo tenevo anche il rapporti con assessori oltre che con i cittadini. Ho ricoperto questo ruolo per 10 anni e poi nel 2013 c'è stata la splendida campagna elettorale per le regionali che ha visto Rodolfo entrare in consiglio regionale e venire nominato presidente della commissione Sanità. Ora faccio il capo segreteria in Regione e l'amministratore nella mia città".

L'esperienza ultra decennale degli anni passati ora quindi verrà messa a disposizione della città?

"sin da subito io ed il mio gruppo di Palestrina Popolare ci siamo messi a lavorare con Adolfo alla costruzione di una lista formata da facce nuove ma con persone capaci che avessero la giusta esperienza e conoscenza per amministrare la nostra complessa città. Tra le prime cose che vorremmo cambiare è quella del rapporto tra i dipendenti comunali ed i cittadini. Nella prima riunione con i dipendenti ho chiesto un orario di apertura al pubblico degli uffici più ampio. Da subito metteremo in pratica i principi dell'amministrazione trasparente e saremo uno dei primi comuni della zona a mandare in diretta streaming i consigli comunali. Inoltre, daremo molta importanza all'aggiornamento in tempo reale del sito istituzionale e creeremo un pagina facebook ah hoc dell'amministrazione. Per quanto riguarda l'urbanistica le cose da fare ce ne sono tante ma, ovviamente, continueremo con la strada intrapresa nel passato cercando di chiudere le annose vicende ancora aperte come quella del PIP. Per quanto riguarda le attività produttive come amministrazione cercheremo di essere vicine alle aziende del territorio per creare delle sinergie vincenti con gli istituti di credito per cercare di far ripartire il tessuto economico locale".

Daniele Flavi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestrina, Magliocchetti: “maggiore trasparenza in comune per un migliore rapporto con i cittadini”

FrosinoneToday è in caricamento