Paliano, 52 enne del posto dopo sei anni di processo assolto dall’accusa di tentata violenza sessuale

L’uomo era stato accusato dalla ex moglie ed era finito sotto processo. Nei giorni scorsi la sentenza del tribunale di Frosinone (Sez. penale)

La moglie, una donna di Paliano lo aveva denunciato per tentata violenza sessuale e lesioni. Dopo 6 anni il sig. A.C. , un uomo del paese al nord della Ciociaria, è stato assolto dal reato di tentata violenza sessuale perché il fatto non sussiste. Una notizia attesa da fin troppo tempo che nei giorni scorsi si è “materializzata” con la sentenza del Tribunale Penale Collegiale di Frosinone.

Il sig. A.C., un 52 enne residente nella frazione le Mole di Paliano, è stato assolto dal reato di tentata violenza sessuale.  L’uomo è stato vittima di un’accusa gravissima, umiliante: tentata violenza sessuale nei confronti di quella che all’epoca dei fatti era la moglie che durante le varie vasi processuali è stata sentita più volte dai giudici che poi hanno deciso per l’assoluzione perché il fatto non  sussiste.

Il sig.  A. C. , assistito dall’Avv. Simona Imperoli Sgroi ha vissuto 6 anni di dolore,  travolto da un accusa infamante che l’ha distrutto.  “Finalmente, il mio assistito – ci dice l’avv. Imperoli Sgroi – ha dimostrato di essere un uomo onesto, un lavoratore, un uomo che ha sempre mantenuto i suoi figli benvoluto da tutta la comunità palianese che ha ottenuto giustizia”.

La Precisazione

In riferimento all’ articolo pubblicato in data  24 febbraio 2020 da questa redazione dal titolo: Paliano, 52 enne del posto dopo sei anni di processo assolto dall’accusa di tentata violenza sessuale l’Avv. Manila Potenziani, difensore della persona offesa, costituitasi parte civile nel processo a carico de del Sig. A.C. intende comunicare che: "l’intera verità processuale  rappresentando che l’imputato, il Signor. A.C., seppur assolto per il reato di tentata violenza sessuale è stato condannato per lesioni avendo aggredito e picchiato quella che all’epoca era sua moglie, costretta a ricorrere al Pronto soccorso.  

Era il 2014, il marito le aveva messo le mani al collo, l’aveva sbattuta sul letto tentando una violenza sessuale. E non era la prima volta, la donna non aveva mai avuto il coraggio di denunciare anni e anni di umiliazioni e violenze fisiche e psicologiche fino a quando ha deciso di dire basta  rivolgendosi ai carabinieri per la denuncia. Da lì il processo durato 6 anni che hanno visto l’imputato assolto per il reato di tentata violenza sessuale e condannato per le lesioni cagionate alla povera donna con una multa di 2000 euro, oltre al pagamento delle spese processuali ed al risarcimento di  € 1000 a favore della stessa. La somma sarà devoluta ad un’associazione antiviolenza".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Ceccano, speciale elezioni: Caligiore in vantaggio, Corsi e Piroli confidano nel ballottaggio

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento