Paliano, dalla birra alle pesche nasce un progetto per 200 nuovi posti di lavoro

Dall’organizzazione dell’ultima festa della Birra che ha visto arrivare alla Selva di Paliano, migliaia e migliaia di persone nelle diverse serate e soprattutto anche dalla Festa delle pesche, che sta ottenendo un successo inaspettato, nasce il...

Dall’organizzazione dell’ultima festa della Birra che ha visto arrivare alla Selva di Paliano, migliaia e migliaia di persone nelle diverse serate e soprattutto anche dalla Festa delle pesche, che sta ottenendo un successo inaspettato, nasce il progetto per dare occupazione a 200 persone.

Tale progetto sarà presentato dalla Coltivatori Diretti di Frosinone che ha dato il patrocinio alla festa delle pesche, capendone subito la bontà dell’iniziativa. Dalle sole chiacchiere della CIA di Paliano ai progetti concreti quando questa è affiancata da seri industriali della zona e dalla Coltivatori Diretti di Frosinone Un lavoro che in questo particolare momento storico è importantissimo per rilanciare l'occupazione della zona a nord di Frosinone. Un'idea veramente innovativa che già ci affascina ma che faremo svelare dalla Coltivatori Diretti Come innovativa vuole essere l’altra iniziativa che punta a voler presentare in maniera univoca tutte le aziende del posto in una vetrina speciale per creare una rete vincente di fondamentale importanza per superare la crisi. Quindi ben vengano queste iniziative di valorizzazione della Selva Parco Naturale, almeno nella parte dei privati, anche perché nella parte pubblica cosa si voglia fare ancora non è dato sapere anche se vi è il forte interessamento di un'azienda di Latina.

A settembre il tribunale di Frosinone dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) mandare all’asta anche i 44 ettari dell’ex Parco Uccelli ancora invenduti, ed è questo un boccone molto prelibato e la Regione in questo caso potrà fare molto poco.

Inoltre, c’è da domandarsi che fine abbia fatto Il Centro Commerciale Naturale che gestiva l’unico punto ristoro della Selva Parco regionale.

Troppe chiacchiere intorno a questo problema si sono fatte. L’unica certezza è stata che il punto ristoro è stato oggetto di furti ed atti vandalic.

Ai primi di settembre si dovrebbe conoscere il nuovo progetto di occupazione per 200 persone ed intanto si vive quest’ultima settimana in fervida attesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento