La batosta di Natale. Una fattura da 4,5 milioni di euro per l'azienda municipalizzata

La cifra esorbitante verrebbe fuori da arretrati che si sono accumulati negli anni per la “Cassa Conguaglio” dell'AMEA di Paliano. A fine novembre scorso è arrivata la maxi fattura da parte dell'Enel

Natale amaro per l’Amea di Paliano (municipalizzata al 65 %, 34 % Acea 1 e % Comune di Piglio)  alla quale è arrivata una fattura stratosferica di oltre 4 milioni di euro di arretrati  per la Cassa Conguaglio da parte dell’Enel. L’Amea, gestisce il servizio Enel, insieme all’acqua pubblica e ne riscuote i relativi canoni e consumi dai cittadini da molti anni per il Comune di Paliano, ma questa mazzata veramente nessuno se l’aspettava. Una cifra che l’azienda si porta dietro da molti anni, ma nel mese di novembre l’Enel stufa di aspettare ha emesso la fattura che ora dovrà essere pagata. La notizia ci è stata confermata dal presidente dell’Amea, l’ex parlamentare ed ex sindaco di Paliano Giuseppe Alveti, che abbiamo incontrato nel suo ufficio per saperne di più su questa vicenda.

La storicità del pagamento

Alveti ci ha spiegato che questi sono arretrati che l’Amea stava pagando un po' alla volta, ma comunque la Cassa Conguaglio (i soldi che tornano alla Stato per le opere pubbliche)  veniva pagata a rate. “Adesso ci stiamo muovendo per trovare una soluzione, ovviamente a rate, la stessa cosa che stiamo facendo ad un centinaio di nostri utenti, anche se abbiamo pagato di cassa conguaglio circa 2.000.000 di arretrato con la nostra gestione. Stiamo cercando di trovare ana soluzione almeno per stoppare gli interessi che altrimenti diventerebbero esorbitanti. Però, in compenso a Paliano, nonostante la riduzione dell'acqua pubblica del 50 percento da parte del Simbrivio, l’acqua non è mancata a nessuno - chiosa Alveti - 24 ore su 24 a tutta la città e stiamo cercando di prendere altri servizi nei comuni vicini ed abbiamo avuto anche un contatto con i nuovi proprietari dell’ex Parco la Selva, perché noi vogliamo tenere la nostra azienda".

La denuncia ed i 40 milioni di Euro

Ma nell’Amea c’è anche una questione che è emersa dalle carte trovare nella sede e ci sarebbero 40 milioni di euro che Acea dovrebbe dare all’Amea per il mancato rispetto di impegni presi, ovvero per l'acquisto del 34% per cento dell’azioni con lo sviluppo di altri servizi. Servizi, però che Acea non ha mai dato ed anzi l’amministrazione Sturvi ha venduto a loro la ex società che gestiva il gas. Una storia per la quale l’Amea, comunque ha intentato una causa contro Acea e vedremo come finirà

Amea funziona

Che l’Amea sia un’azienda funzionante rispetto all'Acea Ato 5 per l’acqua pubblica è cosa nota a tutti, ed anche il servizio guasti funzia molto bene, perché per un intervento dal momento della chiamata passano solamente cinque minuti, il tempo di mettere in macchina gli operai che subito arrivano. Ma questa astronomica bolletta speriamo che non vada a complicare la gestione amministrativa altrimenti il tutto ricadrà sul comune di Paliano e quindi su tutti i cittadini onesti che hanno sempre pagato le bollette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento