Paliano, dopo 7 anni cadono le accuse contro Sturvi, Cenciarelli e gli altri due indagati (video)

Si è conclusa l’indagine del Gip di Frosinone nella quale si parlava di associazione per delinquere, tentata concussione, corruzione e falso ideologico

Si conclude finalmente dopo 7 anni la vicenda giudiziaria che interessò alcuni componenti della passata amministrazione di Paliano, paese al nord della Ciociaria, un tecnico comunale, un professore universitario e due imprenditori della zona. Tale indagine era scaturita in ordine dopo l’approvazione della variante preliminare turistico ricettiva di Colle Rampo. Venerdì 13 luglio u.s. il Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Frosinone, ha emesso sentenza di non luogo a procedere nei confronti di tutti gli imputati, per le ipotesi di reato formulate dalla procura della repubblica di Frosinone.

I reati contestati

I reati contestati erano: Associazione per delinquere, Tentata concussione, corruzione, falso ideologico. Per i reati di cui sopra il G.U.P. ha emesso sentenza di non luogo a procedere, non avendo ritenuta valida la tesi accusatoria della procura. Infatti tra i ruoli principali assegnati all’udienza preliminare, c’è proprio quella di “filtro” sull’attività svolta dalla procura.

Le richieste della Procura

Durante le indagini preliminari la procura chiese per ben due volte l’applicazione delle misure cautelari a carico degli indagati, e che puntualmente vennero rigettate dal G.I.P., e arriviamo ad oggi, dove il Giudice ha pronunciato sentenza di non luogo a procedere proprio per quei reati per i quali era stata chiesta la misura cautelare dalla procura.

Assolti gli imprenditori resta l’eventuale abuso di ufficio

I due imprenditori coinvolti nella vicenda sono stati completamente assolti, mentre per gli ex amministratori il tecnico comunale e il consulente esterno, il GUP ha configurato la minore fattispecie dell’eventuale abuso d’ufficio in concorso, rimandando tutto al Giudice monocratico del Tribunale di Frosinone, per accertare la consumazione o meno di tale fattispecie di reato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La parole degli amministratori indagati

Abbiamo raggiunto l’ex sindaco Maurizio Sturvi che ha dichiarato (vedi video in alto): “Abbiamo vissuto 7 anni in una cappa infamante. Da persona onesta queste accuse mi hanno fatto veramente male. Mi ha fatto male soprattutto che queste accuse sono state “cavalcate”, politicamente parlando, dall’attuale maggioranza che allora era in opposizione”.

Soddisfatto, ovviamente anche l’ex vice sindaco l’avv. Tommaso Cenciarelli che ha dichiarato: “Ho sempre confidato nella giustizia, e finalmente è stata fatta chiarezza su questa vicenda, adesso non oso immaginare tutti i detrattori politici che negli anni hanno strumentalizzato tutto ciò di cosa parleranno ora, essendo poveri di argomenti politici e amministrativi. Per ciò che concerne il rinvio per l’eventuale abuso d’ufficio in concorso, anche qui sono completamente sereno, confido pienamente nel fatto, che, al termine dell’attività istruttoria  anche quest’ultima minore fattispecie venga chiarita. Continuerò a lavorare più determinato che mai per la nostra città..”

(Video Giancarlo Flavi)

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento