Paliano, costituita dal notaio la rete d’impresa su strada “Opera Mista”

Settanta gli operatori che hanno firmato. Manager l’arch. Luca Calselli

A Paliano è ufficialmente nata la prima rete d’impresa su strada denominata “Opera Mista” che vede come manager l’arch. Luca Calselli e presidente del Cda Marco Bernassola. Vice Presidente Luigi Quintiliani, consiglieri  Eugenio Giovannoni, Anna Romani ed Enrico Chirico

La firma dal notaio

La rete, con i soci che sono aumentati di numero nel momento in cui si sono recati dal notaio la D.ssa Carla Fiore, ha sottoscritto l’importante accordo con il comune di Paliano che ha l’obbligo di controllo, per una convenzione con la quale l’ente si impegna a versare subito  alla rete i soldi che arrivano dalla Regione per sviluppare il progetto.

La Regione ha già inviato una parte dei soldi

Incredibile ma vero la Regione Lazio ha già inviato il 30 percento dei cento mila euro messi a disposizione che la rete ora dovrà rendicontare entro il 22 Ottobre. Soddisfatti gli iscritti ed il giovane presidente, Marco Bernassola che ha chiosato: “Voglio ringraziare tutti gli aderenti alla rete che hanno dimostrato di credere in questo progetto. Stiamo dando vita ad una collaborazione moderna e sicuramente  efficace.  E’ solo insieme che si arriva lontano. Sono sicuro che sarà un successo”.

La soddisfazione del manager Arch. Calselli 

Dal canto suo, il vero “animatore” di questa rete è stato l’Arch. Luca Calselli che ha consentito con la sue “fantastiche” idee di costruire una rete che è arrivata terza nel Lazio e prima in provincia di Frosinone, perché al momento della presentazione della domanda, era una rete con idee chiare e con progetti fattibili.  “E’ stata una lunga gestazione – ci dice Calselli - non senza difficoltà, incomprensioni, dubbi, malintesi. Tuttavia, credo che sia stata realizzata un’ operazione epocale, per la nostra città. Si tratta non di un punto di arrivo, perché il processo è ancora lungo, ma non si tratta neppure di un progetto punto di partenza, perché il processo avviato  è un atto notarile è stato sottoscritto da 70 di voi in rappresentanza delle vostre settanta imprese. Voi settanta potrete contare su altre settanta imprese (oltre ad enti pubblici) legate a doppio filo da precisi e puntuali accordi, su un professionista manager di rete e sull’amministrazione regionale e comunale, di cui Opera Mista e partner”.  “Ci attende un grande Lavoro- aggiunge l’architetto-  e tanto impegno, prima di tutto, a comprendere il senso della rete come comunità d’imprese. E’ un fatto culturale prima che operativo. Dobbiamo, tutti, modificare il nostro punto di vista. Non sarà semplice ma possiamo farcela. Siete stati bravi tutti.  Credo, sarò più preciso nei prossimi giorni, che nessuna delle reti regionali  o quasi, abbia stipulato il contratto. Quindi primi anche questa volta”.  E sempre con manager di rete  Luca Calselli stanno per nascere le reti di Serrone in provincia di Frosinone e quelle di Colleferro e Labico, alle quali si dovrebbero unire Olevano Romano e Bellegra.            

Giancarlo Flavi      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento