Paliano, “La selva è finita”. Salta il Rock City Festival. Colpa della solita burocrazia?

Un evento che avrebbe portato migliaia di persone nel nord della Ciociaria che ha detta degli organizzatori non si è fatto perché è mancato l'apporto fondamentale dell'amministrazione comunale

La selva è finita” questo il cartello che campeggia all’ingresso della proprietà privata dell’azienda agricola di Emanuela Nicoli che ha acquistato 60 ettari di terreno all’asta del Tribunale di Frosinone nell'ambito della vendita in lotti dell'ex Parco Uccelli.

La fine del Rock City Festival

Nei mesi scorsi una grande società di spettacolo le aveva chiesto di affittare gli spazi per organizzare l'evento Rock City Festival che avrebbe portato nel nord della Ciociaria migliaia di persone grazie all'esibizione, in più tappe, di grandi nomi della musica nazionale ed internazionale.

La solita burocrazia

La burocrazia comunale prima e poi quella regionale hanno, però, impedito lo svolgimento della manifestazione cosi come ci ha confermato al telefono Simone Scorcelletti della Duncan eventi: "evidentemente la collaborazione, tanto sbandierata dal comune di Paliano non c'è stata ed hanno preferito dare la colpa alla regione. Dopo 15 anni che organiziamo questi eventi anche in altri parchi e monumenti importanti come il parco dell'Appia Antica o le terme di Caracalla per la prima volta siamo costretti a fermaci perdendo di fatto quasi 100 mila euro tra contratti già stipulati e progettazione varie. Inoltre, oltre 100 persone hanno perso il lavoro per molti giorni estivi. Una situziazion veramente assurda".

Quando i bandi per la proprietà regionale?

Per quanto riguarda, invece, la parte di proprietà della Regione Lazio ci chiediamo che fine abbiano fatto i famosi bandi promessi dall’ex assessore Buschini, oggi capogruppo PD al Consiglio Regionale, per l’assegnazione dei lotti regionali per un totale di 118 ettari? Oggi, purtroppo e lo segnaliamo per l'ennesima volta, la Selva, soprattutto la proprietà regionale, vive nel degrado più assoluto. I privati scappano, il pubblico è latitante e l’economia di Paliano va a farsi friggere nei meandri della burocrazia comunale, con il sindaco Alfieri "incastrato tra privati" e Regione che non sa più a quale Santo rivolgersi. Tutto sta andando in malora. L’erba cresce e una volta secca vedremo apparire nuovi incendi che metteranno in moto l’unica cosa che funziona a Paliano la Protezione Civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento