Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

La donna è stata scoperta e denunciata dai Carabinieri di Pico per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Dovrà restituire oltre novemila euro

A conclusione di attività di indagine finalizzata al rispetto della normativa in materia di agevolazioni per i beneficiari dei permessi previsti dalla Legge 104/92 a tutela delle persone affette da handicap grave, i Carabinieri della Stazione di Pico e i colleghi della Compagnia di Pontecorvo, hanno denunciato una 52enne, dipendente del Comune di Pastena, per il reato di “indebita percezione di erogazioni ai danni della Stato”.

Le false certificazioni

I carabinieri hanno avviato mirati accertamenti evidenziando che, dalla sua assunzione avvenuta nel 2010 e sino ai primi mesi del 2019, la dipendente comunale falsificando la propria documentazione sanitaria, avrebbe usufruito indebitamente di permessi retribuiti, arrecando un danno alle casse pubbliche di circa novemila euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento