menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Patrica Centro storico

Patrica Centro storico

Patrica, L’ex assessore esulta per le sue…assenze

«Sono due le qualità che un amministratore deve sempre dimostrare: l’equilibrio e il buon senso.  Ma vedo che gli ex assessori non sanno neppure cosa siano».

«Sono due le qualità che un amministratore deve sempre dimostrare: l'equilibrio e il buon senso. Ma vedo che gli ex assessori non sanno neppure cosa siano».

Va giù pesante l'ex sindaco di Patrica, Denise Caprara, dopo le dichiarazioni di Enrico Palmegiani (ex assessore alla Manutenzione) che plaude ai lavori per il manto stradale in via Celleta.

«In verità - aggiunge l'ex sindaco - sono io la prima ad esserne soddisfatta, perché questi lavori sono stati inseriti nella delibera n. 5 del 10 gennaio 2014, riguardante , appunto, gli interventi sulle opere pubbliche sul territorio. Ma, guarda caso, in quella seduta, l'assessore Palmegiani era... assente».

Per la cronaca si tratta delle opere triennali 2014 -'15- '16 che la delibera di giunta esplicitava dando queste indicazioni: per Celleta bassa una spesa di 60 mila euro; per Celleta alta di 20 mila.

«Si tratta di soldi - precisa l'ex sindaco Denise Caprara - inseriti nel Bilancio Comunale. Soldi che, nonostante le criticità ormai note a tutti, eravamo riusciti ad accantonare per mettere in cantiere gli interventi sulle strade più rovinate. Per cui abbiamo pensato di partire, in prima battuta, dalla zona delle Celleta e, successivamente, con interventi nelle altre contrade».

I lavori, alle Celleta, inizieranno a breve (dopo cioè la stagione delle piogge) e dureranno un paio di mesi.

«Mi preme sottolineare - aggiunge Denise Caprara - che nonostante le tante critiche ricevute, la mia amministrazione lavorava per il territorio e, di certo, l'ex assessore Palmegiani non può vantarsi di tali interventi perchè non si tratta di una sua iniziativa (altrimenti perché era assente al momento della delibera?) bensì di una precisa scelta della mia amministrazione perché è evidente che, senza il mio avvallo, questi lavori non sarebbero mai partiti. E, trattandosi di opere triennali, sono state il frutto di riunioni e incontri tra gli amministratori e la mia maggioranza. Tutto questo, nel rispetto dei fatti e della verità storica».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento