Patrica, nessuno voto Pro Acea da parte degli amministratori

Questione acea: l'amministrazione sceglie e scegliera' sempre a tutela della cittadinanza.

Patrica, municipio

Questione acea: l'amministrazione sceglie e scegliera' sempre a tutela della cittadinanza.

Il Consiglio Comunale di Patrica il 12 Febbraio aveva votato a favore dell’avvio del procedimento per la risoluzione della Convenzione contro Acea ed infatti in Assemblea il Sindaco Fiordalisio rispettò quella volontà votando a favore, per cui non vi è stato alcun voto tradito come qualcuno vuol far credere.

Il 13 Ottobre però in Assemblea sono stati presentati pareri tecnici e legali a supporto dei Sindaci che indicavano come non ci fossero più i presupposti per andare avanti.

Visti i precedenti riconosciuti ad Acea, 75 milioni dal Consiglio di Stato e 53 milioni all’Autorità del Gas ed energia Elettrica, in entrambi i casi spalmati sulle bollette dei cittadini, e visto che l’eventuale risoluzione o indennizzo avrebbe una ricaduta di circa 200 milioni di euro,l' Amministrazione Comunale informa che non andrà mai avanti se non ci saranno delle garanzie tecnico giuridiche.

Si sottolinea che malgrado le logiche elettorali, gli interessi partitici e le strategie che spesso subentrano in sede di votazione, l’Amministrazione Comunale prende le distanze da ogni tipo di condizionamento, con l'unico interesse di agire sempre a tutela dei cittadini.

E’ opportuno informare che il procedimento scadeva il giorno 13 Ottobre e che nessuno dei Sindaci che ha votato per continuare l’azione giuridica contro Acea ha presentato una proposta alternativa in Assemblea.

E’ opportuno informare che i Sindaci devono obbligatoriamente approvare le tariffe ma quest’ultime non sono state approvate. Patrica come spiegato in Consiglio Comunale aveva scelto di approvarle.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
La situazione attuale è quindi questa:

Non ci sono tariffe approvate, non c’è un piano d’investimenti, abbiamo un parere tecnico contrario, abbiamo una consulenza legale che ci consiglia di fermarci.

Scegliere di non tenere in considerazione valutazioni tecniche e pareri legali e di proseguire in un vicolo cieco non rappresenta il nostro modo di Amministrare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento