rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca San Biagio Saracinisco

Picinisco, una carabina, un machete e coltelli fuorilegge nella soffitta: arrestata una donna

Blitz dei Carabinieri in una casa utilizzata durante le vacanze. La proprietaria, una 46enne residente in Francia, non ha saputo spiegare la provenienza di tutte quelle armi

Armi pericolose e utilizzate soprattutto dai terroristi islamici nei loro attacchi. Brillante operazione quella messa a segno dai carabinieri della Compagnia di Cassino e della stazione di Picinisco. Gli uomini del capitano Ivan Mastromanno e del luogotenente Domenico Palmieri, hanno scovato in una soffitta di un'abitazione di San Biagio Saracinisco, una carabina calibro 22.

Un arsenale in camera da letto

Nella camera da letto dell'appartamento, di proprietà di una donna di 46 anni, sono stati invece rinvenute  6 cartucce a palla di vario calibro, 10 coltelli a serramanico, 1 machete di grosse dimensioni ed un pugnale. La carabina, come tutte le altre armi rinvenute era detenuta in maniera illecita e riportava una matricola, che dagli accertamenti effettuati in Banca Dati e presso il Banco Nazionale di Prova di Gardone Val Trombia (BS), risultava non censita e quindi ritenuta clandestinamente importata nello Stato Italiano dalla vicina Francia.

Armi tristemente note per gli attentati

La donna arrestata ha ottenuto il beneficio dei domiciliari ma il magistrato di turno, il sostituto procuratore Maria Beatrice Siravo, ha avviato un'ulteriore indagine per chiarire alcuni aspetti di questa vicenda: in primis il motivo per cui la donna, con doppio passaporto (italiano e francese) avesse in casa simili armi. Le stesse sono state più volte utilizzate per mettere in atto attacchi terroristici di estrema drammaticità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picinisco, una carabina, un machete e coltelli fuorilegge nella soffitta: arrestata una donna

FrosinoneToday è in caricamento