Piedimonte, sequestrato un autolavaggio completamente abusivo. Denunciato il proprietario

L'uomo per realizzare la struttura, nei pressi dello stabilimento FCA, aveva tolto i sigilli che erano stati messi dalla polizia locale

Aveva tolto dei sigilli messi dalle forze di Polizia ed aveva realizzato un autolavaggio completamente abusivo. Per questo motivo è stato denunciato un 58enne di Piedimonte San Germano, già censito per i reati di omicidio doloso, evasione, associazione per delinquere ed estorsione per violazione di sigilli, attività di rifiuti non autorizzata e violazioni in materie urbanistiche,  dai carabinieri della locale Stazione

Il sequestro

Gli stessi insieme al personale della Asl di Cassino, Arpa Lazio di Frosinone, Polizia Locale e Ufficio Tecnico del citato comune hanno effettuato un controllo ed hanno accertato che l’uomo aveva violato alcuni sigilli apposti precedentemente su manufatti sottoposti a sequestro penale nel mese di giugno 2016 dalla Polizia Locale di Piedimonte San Germano, nonché depositato rifiuti speciali pericolosi sul nudo terreno senza alcuna autorizzazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I locali abusivi

Inoltre, aveva realizzato in totale assenza di permesso di costruire una battuta di cemento di 500mq realizzato su un area demaniale posta lungo la via di collegamento con il confinante stabilimento FCA;  un’ulteriore area di circa 800 mq. circa che era stata ricoperta di  ghiaia e fresato di asfalto, quest’ultimo rifiuto speciale inquinante;  un locale a servizio dell’impianto di depurazione e autolavaggio realizzato in totale difformità alla SCIA depositata presso l’ufficio SUAP del Comune di Piedimonte San Germano;   un container di 32,94 mq. con soprastante tettoia in pannelli di lamiera coibentata e piastrellata con cubetti di cemento di 455 mq. circa. Il valore complessivo dei manufatti e dell’intera area, sottoposta a sequestro, è di circa 30mila  euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento