Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Omicidio Gabriel, il papà del bambino in aula: è accusato di infanticidio

Si apre il processo in corte d'Assise a carico di Nicola Feroleto, l'operaio di Villa Santa Lucia in carcere per l'assassinio del figlioletto di due anni e mezzo avvenuto a Piedimonte San Germano

 

Nicola Feroleto, padre del piccolo Gabriel, assassinato a soli due anni e mezzo, nelle campagne di Piedimonte San Germano, questa mattina dovrà presentarsi davanti ai giudici della Corte d'Assise del tribunale di Cassino. Si apre, infatti, il processo a suo carico. L'operaio di Villa Santa Lucia deve rispondere del più infamanti dei reati: quello di aver ucciso il figlioletto.

L'udienza

Il processo che si svolge a porte chiuse vedrà come presidente della Corte d'Assise la dottoressa Donatella Perna, due giudici a latere e la giuria popolare. Feroleto, che si è sempre professato innocente, viene difeso dall'avvocato Luigi d'Anna. A far scattare le manette ai polsi del 49enne, sposato e con figli ma compagno di Donatella Di Bona, madre di Gabriel ed anche lei in carcere e sotto processo ma con rito abbreviato davanti al Gup, sarebbe stata oltre che la confessione della donna anche un'intercettazione ambientale. In una conversazione con la moglie, avvenuta nella sala d'aspetto della caserma di Cassino, Nicola Feroleto chiederebbe alla donna di confermare il suo alibi. 

Il commovente ritorno a casa di nonna Rocca dopo sei mesi

L'omicidio 

La crudele morte di piccolo Gabriel è avvenuta il 17 aprile del 2019 in via Volla a Piedimonte San Germano. Dopo l'arresto sarà la madre del bambino a chiamare in causa l'amante: "Ci eravamo appartati in macchina e Gabriel era con noi, steso sul sedile posteriore quando si è svegliato ed ha iniziato a piangere. Ci ha disturbato ed io l'ho preso e soffocato. Nicola mi diceva di continuare, non mi ha fermata".

Aggiornamento ore 10:20

È arrivato in aula alle 10.20 precise Nicola Feroleto, il padre del piccolo Gabriel. Scortato dalla polizia penitenziaria l'uomo indossa una camicia chiara e jeans. Sguardo basso ha preso posto accanto all'avvocato Luigi D'Anna. In aula, con distanziamento previsto dalla Legge anti Covid, la giuria popolare composta da sei persone, il presidente della Corte, Donatella Perna, il giudice a latere Cognetti e il pubblico ministero Roberto Bulgarini. 

Aggiornamento ore 11:15

L'udienza si è conclusa con l'ammissione delle parti civili e con la richiesta della trascrizione integrale delle intercettazioni, che è stata rigettata. L'udienza, infine, è stata aggiornata al 19 giugno. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento