menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piedimonte, il commovente ritorno a casa di nonna Rocca a 6 mesi dalla morte di Gabriel (foto)

La donna, accompagnata dai Carabinieri del Norm di Cassino e dal suo avvocato, ha potuto prendere gli effetti personali ed i giocattoli del bimbo assassinato a soli due anni dalla madre e dal padre

Sei mesi di attesa e finalmente il ritorno a casa, in via Volla a Piedimonte San Germano nel sud della Provincia di Frosinone. Solo per un breve lasso di tempo ma per prendere gli effetti personali ed i giocattoli dell'adorati nipotino. Rocca Di Brango, nonna del piccolo Gabriel Feroleto, alle 15.30 in punto, accompagnata dal suo avvocato Alberto Scerbo ed alla presenza dei carabinieri del Norm di Cassino, coordinati dal tenente Massimo Di Mario, ha potuto rientrare nell'abitazione sequestrata il 17 aprile scorso.

Il campo dove è stato ucciso il piccolo angelo

Quel tragico pomeriggio di primavere che ha visto morire, per mano dei genitori, un bimbo di appena due anni e mezzo. Le indagini concluse da poco hanno portato gli inquirenti, coordinati dal magistrato Valentina Maisto, ad effettuare diversi sopralluoghi nell'abitazione dove Gabriel viveva con la madre Donatella Di Bona, con la nonna materna Rocca e con lo zio Luciano.

La testimonianza choc di alcuni vicini di casa

Con la conclusione degli accertamenti e con la richiesta di giudizio immediato avanzata dalla Procura, si è potuto togliere i sigilli all'abitazione per consentire un breve ritorno della donna in quelle stanze e nel cortile che parlano del nipotino ucciso senza pietà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

  • Eventi

    Alatri, il Cristo nel Labirinto e le Mura Ciclopiche

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento