menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piedimonte, posti di lavoro in cambio di voti, indagati sindaco e vice sindaco

Gioacchino Ferdinandi e Leonardo Capuano sono finiti sotto inchiesta da parte dei carabinieri del Reparto Operativo Provinciale unitamente ad un imprenditore e altre cinque persone. La Procura contesta ai due politici anche l'associazione a delinquere

Associazione a delinquere finalizzata al voto di scambio. Questa l'ipotesi di reato formulata dalla Procura di Cassino nei confronti del sindaco Gioacchino Ferdinandi, del vice sindaco Leonardo Capuano e dell'imprenditore Pietro Varlese. Altre quattro persone sono indagate per voto di scambio mentre una quinta per il reato di calunnia.

L'indagine 

L'indagine, che ha preso il via nel marzo scorso dopo una serie di verifiche portate avanti dai carabinieri del Reparto Operativo Provinciale agli ordini del colonnello Fabio Cagnazzo, è finalizzata a far chiarezza su una serie di assunzioni che sarebbero avvenute dopo la campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Piedimonte San Germano. In pratica, secondo quanto emerso fino a questo momento, l'imprenditore indagato avrebbe 'ingaggiato' disoccupati dopo che questi avevano garantito l'appoggio elettorale alla lista capeggiata dal sindaco Ferdinandi. Nei giorni scorso il Gip del tribunale di Cassino, Salvatore Scalera, ha concesso una proroga di sei mesi alle indagini come richiesto dal sostituto procuratore Alfredo Mattei, magistrato titolare della delicata inchiesta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento