Piglio, aggredisce la moglie, il figlio chiama i carabinieri e lo fa arrestare

L’uomo in auto nascondeva un lungo coltello. Ora è stato arrestato e non potrà farle più del male

L’incubo è finito grazie la coraggio del figlio che durante l’ennesima aggressione alla mamma ha preso in mano il telefono ed ha allertato le forze dell’ordine. Il fatto è avvenuto alcune ore fa a Piglio, cittadina famosa per il vino Cesanese del Nord della Ciociaria.

Forse proprio un mix di vino e droghe ha scatenato l’ira dell’uomo, un 47 enne del posto, che rientrato a casa senza un motivo particolare ha preso ad aggredire la moglie davanti al figlio. Dopo la telefonata i carabinieri sono giunti sul posto mentre l’uomo si stava allontanando con proprio veicolo dall’abitazione.

La successiva  perquisizione ha permesso di rinvenire nell’autovettura un grosso coltello da cucina con lama di cm.20, che veniva posto in sequestro.  La moglie in seguito ha formalizzato una denuncia per i fatti accaduti nella quale dichiarava che nel passato aveva già subito maltrattamenti e percosse, ma che non aveva mai provveduto a denunciarli né a ricorrere alle cure sanitarie.

L’arrestato, che ora dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia e porto abusivo di armi al termine delle formalità di rito veniva tradotto presso le camere di sicurezza della caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale, salvata da un infermiere

  • Cassino, fiumi di droga dagli appartamenti Ater al resto della città. Ecco chi sono i sei arrestati (foto e video)

  • Morte di Simone Maini, indagati un ingegnere e i due agricoltori. Oggi l'ultimo saluto

  • Omicidio Mollicone, le struggenti parole del militare-poeta

  • Simone Maini esce di strada con l’auto e muore tra le lamiere

  • Scontro tra tir in A1 tra Arezzo e Valdarno, ferito un 39enne di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento