Piglio, Il Centro anziani compie ventisei anni

Alla presenza della popolazione pigliese, delle autorità civili, militari e religiose, nonché delle numerosissime associazioni costituite a Piglio, venne inaugurato ventisei anni fa, il 2 Febbraio 1991, il “Centro Anziani”, adibito a luogo di...

Falamesca

Alla presenza della popolazione pigliese, delle autorità civili, militari e religiose, nonché delle numerosissime associazioni costituite a Piglio, venne inaugurato ventisei anni fa, il 2 Febbraio 1991, il “Centro Anziani”, adibito a luogo di ritrovo della terza età e non solo.

La realizzazione di un “Centro Sociale Anziani” a Piglio nasce il 13 Dicembre 1988, a seguito di un incontro tra l’allora sindaco Nazzareno Ricci con gli assessori Nazzareno Gabrieli, Nazzareno Spirito, Paolo Proietti, Leonardo Federici e il sig. Angelo Massimi alla presenza anche di una delegazione di anziani, pensionati e del sindacato.

Il “Centro” si concretizza nel 1991, dopo l’approvazione dello Statuto da parte del Consiglio Comunale, presieduto dal Sindaco Nazzareno Ricci in data 7 Settembre del 1991.

La popolazione anziana, come è noto, è in continuo aumento in Italia e Piglio, naturalmente, non fa eccezione. In paesi come Piglio, in cui l’età media della popolazione è molto alta, il “Centro” ha un ruolo molto importante per favorire la socializzazione e, quindi, limitare ogni forma di solitudine e di emarginazione.

Gli anziani, grazie a questo “Centro”, si incontrano anche nelle fredde giornate d’inverno in ambienti molto accoglienti dopo una salutare passeggiata all’aperto.

Il “Centro”, che è associato con l’Associazione Nazionale Centri Sociali Comitati Anziani e Orti (ANCeSCAO), sorge nello stesso stabile che ospita il Comune, a ridosso della Sala Polivalente, ed è stata la prima opera pubblica, realizzata senza alcun contributo esterno ma con i risparmi del Comune di Piglio come aveva detto il sindaco Nazzareno Ricci- all’inaugurazione.

Sei sono i Presidenti che si sono succeduti dal 1991 ad oggi nelle persone di:Pasquale Noro (1991-1994), Samuele Tosti (1994-2001), Renato Tufi (2001-2007) e di Andrea Ambrosetti (2007-al 2013), Riccardo Tufi (2013-2016) e Fabio Falamesca 2016-2019).

Nell’ambito delle attività sociali, il Centro ha promosso dal 1991 molteplici attività:

-nel 2003, con l’idea di gemellare una città di montagna con una di mare, il Centro di Piglio ha effettuato un primo gemellaggio con il “Centro Sociale di Pescara”;

-nel 2009 il Centro di Piglio ha effettuato un secondo gemellaggio con il “Centro Sociale di Balsorano”, essendo il segretario di questo Centro un concittadino di Piglio.

Sempre nell’ambito del sociale, il Centro anziani di Piglio ha sviluppato e realizzato il programma “Nonni Vigili” con lo scopo di dare assistenza ai bambini all’entrata e all’uscita della scuola.

Nei locai del Centro, inoltre, sono state svolte negli anni passati diverse attività ricreative quali: coro musicale, teatro amatoriale, corsi di ballo, di ginnastica dolce, corso di yoga della risata, corso estetico, corso di giardinaggio e floricoltura, corsi tablet; convegni medici con la Federanziani e con il Centro Madonna delle Rose, convegni sui problemi della memoria.

Essendo convenzionato con le Terme di Ferentino il Centro offre ai soci, su richiesta specifica, un ciclo terapeutico presso le Terme e in programma lo screening per l’udito con Unitens gratuito. Il Centro ha istituito oltre la “Festa dell’Anziano” anche un coro polifonico, corsi di ginnastica dolce e di computer.

Il Centro, inoltre, ha effettuato molteplici gite turistiche a scopo culturale e religioso ed ad ogni iscritto il Centro dona ogni anno la strenna natalizia.

In questi ultimi anni nel Centro sono stati svolti convegni medici con la Federanziani e con il Centro Madonna delle Rose, convegni sui problemi della memoria e due conferenze sul tema “Volontariato e Solidarietà” e “La solitudine degli Anziani” con la partecipazione dei rappresentati di tutti i Centri Anziani della provincia di Frosinone e con l’intervento di esperti (psicologi e sociologi).

Attualmente il Centro, uno tra i più più importante della provincia di Frosinone, alla pari con quello di Fiuggi, conta 368 soci di cui 181 femmine e 187 maschi e si pregia di avere come socio onorario il Vescovo della Diocesi di Anagni-Alatri S.E. Lorenzo Loppa e don Gianni Macali parroco di Piglio. Nel 2004 il Centro ha ospitato l’astronauta Umberto Guidoni.

Visto che il Centro sociale è un luogo di aggregazione e di abbattimento della solitudine, a detta del Presidente Fabio Falamesca, l’obiettivo della nuova gestione composta dal Vice Presidente Sergio Cardinali, dal Segretario Enzo Camusi dal Cassiere Anna Conti, dai Consiglieri: Vincenza Aglitti, Franco Atturo, Pierina Borgia, Anna Celletti, Alvaro Noro, Fernando Saccucci e Fernanda Sarli si racchiude in cinque attività importanti:

con la socializzazione attraverso le attività ludiche; con la cura della propria salute fisica e mentale con corsi specifici; con l’informazione medica, con conferenze sulla alimentazione programmate con altre associazioni di settore; con la prevenzione che costituisce il miglior antidono nei confronti delle malattie; con la conservazione della memoria, con la raccolta di testimonianze ed immagini del passato (mestieri scomparsi ecc).

Giorgio Alessandro Pacetti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento