menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piglio, nessun abbattimento ma solo un ampliamento. La precisazione del Presidente Bellucci

Nel frattempo che proseguono i lavori di abbattimento della parte retrostante del Centro di Valorizzazione dei Prodotti Tipici sull’Anticolana in territorio di Piglio arrivano le precisazioni dai vertici della XII Ccomunità Montana.  Innanzitutto...

Nel frattempo che proseguono i lavori di abbattimento della parte retrostante del Centro di Valorizzazione dei Prodotti Tipici sull'Anticolana in territorio di Piglio arrivano le precisazioni dai vertici della XII Ccomunità Montana. Innanzitutto, la demolizione non è stata ordinata da nessuno ma dal progetto approvato nella commissione dei servizi, è stata tolta la parte dove verranno poste le scale esterne per i due piani rialzati. Quindi, non c'è nessun abuso. Ma solamente un aggiustamento del progetto.

Scrive il Presidente della XII Comunità Montana, Achille Bellucci - Il progetto generale, comprendente anche l'ampliamento della struttura, era stato approvato a seguito di Conferenza dei Servizi indetta da questa C. Montana, con Determinazione n° 50 del 7/7/2011.

Dopo la realizzazione della struttura principale in cemento armato, si è ravvisata la necessità di realizzare un congruo numero di servizi igienici e di rendere autonomi i tre piani sia per motivi logistici che per motivi di sicurezza (evacuazione in caso di incendio ecc.)

Il progetto di ampliamento, quindi, prevedeva:

- La realizzazione del piano terra con servizi igienici ed altri locali necessari per il buon funzionamento della struttura;

- La realizzazione di due scalinate che portavano al terzo piano (secondo solaio);

- Realizzazione di nuovo solaio di copertura

PER LA REALIZZAZIONE DELL'AMPLIAMENTO OCCORREVA NECESSARIAMENTE PROCEDERE ALLA RETTIFICA DEL SOLAIO DI COPERTURA GIA' REALIZZATO, IN QUANTO NON ERA A TERRAZZO MA A DUE FALDE.

Per la realizzazione dell'ampliamento erano state presentate due richieste di Autorizzazioni Sismiche:

- La prima riguardava l'ampliamento, veniva presentata al Genio Civile in data 29/9/2010 e autorizzata con lettera del 27/12/2010 n° 90529/DA;

- La seconda riguardava la rettifica del solaio esistente, che in effetti era una Variante all'Autorizzazione Sismica originaria n° 85817 del 4/7/2005, la cui richiesta veniva presentata con nota n° 1423 del 25/8/2012. Per questa seconda richiesta, la Regione Lazio, con nota n° 543472 in data 29/1/2013, comunicava "ESITO NEGATIVO", in quanto, in sostanza, occorreva prima presentare il collaudo della STRUTTURA PRINCIPALE e, poi, ripresentare l'istanza come NUOVA DOMANDA per un EDIFICIO ESISTENTE (e non come variante).

SUCCESSIVAMENTE, si è proceduto:

- AL COLLAUDO DELLA STRUTTURA PRINCIPALE;

- Alla presentazione, nell'anno 2013, di una nuova richiesta di Autorizzazione sismica per la rettifica del solaio. Detta "rettifica solaio" veniva Autorizzata con lettera della Regione Lazio n° 94073 del 27/2/2014. MA NON SI POTEVA DAR CORSO ALLA DEMOLIZIONE DEL SOLAIO PERCHE' NON ERA STATA RILASCIATA L'AUTORIZZAZIONE DELLA VARIANTE RELATIVA ALL'AMPLIAMENTO.

LA RETTIFICA DEL SOLAIO, veniva autorizzata con Lettera della Regione Lazio n° 94073 del 27/2/2014.

LA VARIANTE AL PROGETTO DI AMPLIAMENTO, veniva autorizzata con Lettera della Regione Lazio n° 707977 del 23/12/2014.

Dopo l'ottenimento delle due Autorizzazioni Sismiche sono state presentate le comunicazioni di "INIZIO LAVORI":

- In data 20 Gennaio 2015 (prot. n° 239), per i lavori di ampliamento;

- In Febbraio 2015, per lavori rettifica solaio.

Mi preme anche ribadire -aggiunge il Presidente Bellucci- che la suddetta opera rientra nel Piano Socio Economico del nostro Ente, approvato nell'anno 2001, ed è anche frutto di un tavolo di concertazione con tutti i soggetti che operano sul territorio : Camera di Commercio, Unione Imprenditori, Associazioni di categoria, gli allora sindaci dei 17 comuni che facevano parte della Comunità Montana ecc. ecc,

Si tratta di un'opera le cui caratteristiche architettoniche consentono un'ampia polifunzionalità.

La struttura è contigua alla via superstrada Anticolana ( che collega il casello autostradale di Anagni con la città termale di Fiuggi; a circa -8 km da detto casello -5 minuti di percorrenza in auto-) ed a circa-10 km dagli stabilimenti termali (è oltremodo doveroso precisare che il complesso si trova a circa 60 Km da Roma ed a circa 150 Km da Napoli).

L'opera è inserita in un contesto agricolo con una visuale dei colli coltivati a vitigno di Cesanese ed ad uliveti. La struttura è altresì dotata di un'ampia superficie destinata a parcheggio, anche per pulmans, ed è circondata da vigneti di Cesanese e da pratoline (circa 6 ettari) che, nelle intenzioni della Amministrazione, devono costituire delle aree didattico- pedagogiche per studenti di ogni ordine e grado.

Riteniamo che questa opera potrà trovare la massima valorizzazione nell'ambito della collaborazione con gli operatori economici che operano nel settore turistico, agricolo, alberghiero e di marketing

Riteniamo,infatti, che un progetto ed un processo sinergico tra le Nostre realtà possa dare ad entrambi soddisfazione e risposte al mondo agricolo-turistico ed eno-gastronomico, anche in termini economici-occupazionali.

E' chiaro- conclude nel suo scritto Bellucci che allega elenco delle opere - comunque, che in questa fase, gli sforzi di questo Ente sono tutti diretti ad ultimare l'opera per poi procedere alla predisposizione di tutti gli atti necessari per l'acquisizione delle "manifestazioni di interesse" relative alla gestione.

PRECISAZIONI SULL'AMPLIAMENTO DELLA STRUTTURA

A seguito dei lavori che si stanno realizzando sulla struttura di proprietà della XII comunità montana mi preme specificare quanto segue:

L'INTERA OPERA, riguarda:

a) STRUTTURA PRINCIPALE IN CEMENTO ARMATO: Consegna Lavori APRILE 2006

FINE LAVORI : ANNO 2008

b) TAMPONATURA ESTERNA: INIZIO LAVORI:

- FINE TAMPONATURA GENNAIO 2009

c) RECINZIONE ESTERNA (PRIMA PARTE) E REALIZZAZIONE PIAZZALE (PARCHEGGIO) : INIZIO LAVORI: OTTOBRE 2009

Sospensioni: Varie sospensioni causa spostamento linee elettrica - Telecom e Cabina elettrica ENEL

FINE LAVORI: DICEMBRE 2014

d) AMPLIAMENTO STRUTTURA PRINCIPALE IN CEMENTO ARMATO:

Inizio lavori Novembre 2010

Sospensione per variante strutturale

RIPRESA: in questi giorni;

PREVISIONE ULTIMAZIONE AMPLIAMENTO: 30 MAGGIO 2015

e) COMPLETAMENTO RECINZIONE: INIZIO LAVORI : NOVEMBRE 2013

ULTIMAZIONE LAVORI: DICEMBRE 2014

OPERE INTERNE:

A) INTONACI INTERNI: REALIZZATI;

B) PREPARAZIONE PIANI PER FORNITURA E POSA IN OPERA PAVIMENTI GALLEGGIANTI: Realizzate;

C) SOFFITTI PRONTI PER FORNITURA E POSA IN OPERA CONTROSOFFITTI IN LEGNO

D) INFISSI ESTERNI: REALIZZATI;

E) FORNITURA E POSA IN OPERA N° 2 ASCENSORI CON INCASTELLATURE: ULTIMAZIONE LAVORI PREVISTA: 15 APRILE 2015

F) PAVIMENTAZIONE N° 2 SCALINATE INTERNE: PREVISIONE ULTIMAZIONE LAVORI: 15 MAGGIO 2015

G) PAVIMENTAZIONE PIANO TERRA E CONTROSOFFITTATURA IN LEGNO - ULTIMAZIONE PREVISTA 30 LUGLIO 2015;

H) COMPLETAMENTO SERVIZI IGIENICI: AVVIO GARA APPALTO PREVISTA PER IL 30 APRILE 2015 - ULTIMAZIONE LAVORI PREVISTA PER IL 30 LUGLIO 2015

I) ARREDI PIANO TERRA: Avvio gara appalto: 31 Marzo 2015;

ULTIMAZIONE LAVORI PREVISTA 15 SETTEMBRE 2015 ;

PREVISIONI AL 30 LUGLIO 2015

1) COMPLETAMENTO LAVORI AMPLIAMENTO STRUTTURA

2) COMPLETAMENTO VANI SCALE ED ASCENSORI;

3) AVVIO MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER AFFIDAMENTO GESTIONE

4) REALIZZAZIONE PAVIMENTAZIONE E CONTROSOFFITTATURA PIANO TERRA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento