Piglio, migliaia di persone in città per la 44^ Sagra dell’Uva Cesanese

Chiusura spumeggiante con il Presidente Zingaretti, il Prefetto Zarrilli e molte altre autorità

Chiusura in grande stile per la 44^ edizione della Sagra del Cesanese a Piglio con l’arrivo, domenica mattina, del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti accompagnato dall’assessore all’ambiente Mauro Buschini, dal Prefetto di Frosinone Dott.ssa Emilia Zarrilli, dai Sen. Francesco Scalia e dagli On. Nazzareno Pilozzi e Renzo Carella, dalla Consigliera Regionale Daniela Bianchi, dal Presidente della Provincia Antonio Pompeo e dal Presidente della XII Comunità Montana Achille Bellucci oltre che dai sindaci di Paliano, Serrone, Acuto, Trevi nel Lazio, dal Presidente del Consiglio Comunale di Anagni Avv. Giuseppe Felli tutti accolti dal “padrone di casa” il Sindaco di Piglio, Avv. Mario Felli e dall’intera giunta.

Il forte richiamo della manifestazione

L’ultima giornata della prestigiosa festa che ogni anno richiama nel paesino del nord del Ciociaria migliaia di visitatori e turisti si era aperta con i bambini della quinta A e B che avevano cominciato a lavorare la vigna ed a ricevere le lezioni  dai nonni del paese su come fare il vino. Zingaretti è rimasto entusiasta dell’atmosfera che ha trovato con “i ciociari” che animavano la festa e con le strade del centro storico piene di gente ed ha parlato del Vino Cesanese come: “una ricchezza da valorizzare. Il DOCG (Ex DOC) più antico del Lazio”. Il Prefetto Zarrilli ha raccontato: “é il terzo anno di seguito che vengo a Piglio, anche per sottolineare l’importanza di questa vostra iniziativa e molto spesso quando si parla di  Ciociaria, questa è conosciuta per il vostro vino buono”. 

La passeggiata tra gli stand

La mattinata è proseguita con la passeggiata tra gli stand del Presidente insieme alle altre autorità che sono andati lungo il corso principale per incontrare la gente e intrattenersi con loro per degustare il vino. Molto appezzato lo stand della Pileum e quello della Cantina Sociale dove Zingaretti ha degustato il Cesanese.

Le parole del sindaco Felli

E’ stato un onore ed un grande piacere ospitare qui a Piglio il Presidente Zingaretti –ha sottolineato il Sindaco Felli- non poteva esserci occasione migliore della Sagra dell’Uva per mostrare la grande accoglienza di una popolazione, l’offerta che questo paese,la sua suggestiva bellezza architettonica, culturale, enogastronimica, il tutto percorrendo l’intero percorso tra le migliaia di persone presenti. Un grazie doveroso a sua Eccellenza il Prefetto di aver partecipato ed all’Assessore Regionale Mauro Buschini, che lavora costantemente e con successo per questo territorio”.  

Presente anche il capogruppo Consiliare di Forza Italia della Provincia e Presidente della XV Comunità montana Valle del Liri ing. Gianluca Quadrini che ha sottolineato l’importanza di manifestazioni che promuovono le risorse di qualità del nostro territorio come quello del vino cesanese ricco di storia, che ci rende famosi nel mondo:”La valorizzazione dei prodotti tipici dell'agricoltura, della zootecnia e dell'artigianato locale permette di mantenere salde le nostre origini facendo apprezzare le straordinarie ricchezze che offre la nostra terra, creando occasione di crescita socio-economica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

  • La Dea bendata bacia di nuovo la Ciociaria. Vinti 200 mila euro con un gratta e vinci

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento