Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Pofi, diventa spacciatore perché vuole avere un figlio in provetta. Arrestato con oltre 1,5 kg di droga

La triste storia di un operaio ciociaro che è stato fermato dai carabinieri nella capitale

Il suo istinto paterno era così forte da sfidare persino la legge. Sapeva A.F. operaio di 40 anni originario di Pofi che per diventare genitore avrebbe dovuto affidarsi alla procreazione assistita, ma per questo tipo di intervento avrebbe dovuto pagare almeno diecimila euro e lui, tutto quel denaro non ce l'aveva.

La richiesta ad un gruppo di spacciatori

Per questo motivo si era rivolto ad un gruppo di spacciatori i quali lo avevano ingaggiato per smerciare la droga. L'uomo avrebbe avuto degli introiti sulle vendite. Così aveva iniziato la sua seconda attività. Ma questo lavoro illecito è durato ben poco.

L'arresto

I carabinieri della capitale, dove abitava con la compagna, lo hanno sorpreso con un chilo e mezzo di hashish che aveva nascosto dentro l'armadio ed un etto di cocaina. Davanti al giudice l'uomo ha raccontato che da tempo lui e la compagna stavano cercando di avere un figlio, ma l'unico modo prospettato dai medici era quello appunto della procreazione assistita. Lui non voleva fare lo spacciatore, voleva soltanto racimolare il denaro che serviva per quel costoso intervento. Al momento l'uomo ha  beneficiato dei domiciliari presso la sua abitazione di Pofi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pofi, diventa spacciatore perché vuole avere un figlio in provetta. Arrestato con oltre 1,5 kg di droga

FrosinoneToday è in caricamento