Cronaca

Prese a schiaffi ad un'anziana per rubarle la catenina: scoperto e arrestato dopo 10 anni

Decisamente sfortunato il ladro che, l'altra sera, mentre era in azione a Pontecorvo, è stato bloccato dopo un inseguimento. Dalla banca dati è emersa la condanna per il fatto commesso a Roccasecca del 2011. Aveva fatto perdere le sue tracce

Un ladro spregiudicato quello bloccato dai Carabinieri di Pontecorvo l'altra notte. Spregiudicato e decisamente sfortunato perché, dopo essere stato inseguito e stanato in un laghetto, una volta portato in caserma è stato identificato. E' bastato inserire il nome nella banca dati per scoprire che in queste zone, il malvivente, era già stato, Nel 2011 a Roccasecca ha schiaffeggiato una povera anziana per poterla derubare. Un reato che gli è costato una condanna passata in giudicato e che il 26enne campano non aveva mai scontato perché irrintracciabile.

Il fatto

Nella serata dall'altro ieri, a seguito di una segnalazione giunta alla Centrale Operativa circa la presenza di ladri all’interno di un’abitazione del centro abitato di Pontecorvo, i militari si sono attivati e sono arrivati sul posto in pochi minuti. Qui hanno sorpreso quattro uomini intenti a fare piazza pulita di oro, danaro e oggetti d'arredo.  I ladri hanno quindi abbandonato la refurtiva e si sono dati alla macchia nella campagna circostante. Nonostante la natura impervia del terreno, però, i militari sono riusciti a bloccarne uno che caduto in un piccolo bacino di acqua naturale. Per tutta la sera e la notte sono continuate le ricerche degli altri tre membri della banda, ma senza esito

Il precedente

E proprio nel corso degli accertamenti finalizzati all'arresto per il furto dell'altra notte, si è scoperto che a carico del giovane c'era anche un ordine di esecuzione di carcerazione, emesso nel 2013 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma per i reati di “rapina aggravata e furto in abitazione”. Infatti, nell’agosto del 2011, il giovane era già stato tratto in arresto in flagranza di reato, insieme ad altri due soggetti, anch’essi domiciliati presso lo stesso campo nomadi, per il reato di rapina aggravata e furto in abitazione. Nella circostanza i tre si erano introdotti nell’abitazione di una 82enne di Roccasecca e, dopo averla schiaffeggiata, si erano fatti consegnare un paio di orecchini in oro, per poi fuggire a bordo di un’autovettura. Anche in quell’occasione, le immediate ricerche da parte dei militari della Compagnia di Pontecorvo, permisero in poche ore di rintracciare i tre malfattori e di recuperare la refurtiva. Per tali reati il campano di etnia rom dovrà espiare una pena di un anno e mesi quattro di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prese a schiaffi ad un'anziana per rubarle la catenina: scoperto e arrestato dopo 10 anni

FrosinoneToday è in caricamento