menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marijuana coltivata in casa con effetto drogante leggero, assolto

Protagonista della vicenda un giovane residente nel pontecorvese che era finito sotto indagine dopo una perquisizione da parte dei Carabinieri

Assolto dal reato di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di hashish e marijuana quarantenne dell’hinterland cassinate.

I carabinieri si erano presentati presso l’abitazione del quarantenne per eseguire una perquisizione con l’aiuto anche dell’unità cinofila riuscendo così ad individuare una serra per la lavorazione della marijuana, la quale era stata ricavata all’interno del sottotetto dell’abitazione.

All’interno del laboratorio per l’educazione della sostanza stupefacente erano stati rinvenuti, oltre alla droga, centinaia di bustine per il confezionamento della sostanza, nonché dei bilancino di precisione; pertanto, il quarantenne veniva denunciato alla Autorità Giudiziaria.

Nel corso del processo a carico dell’imputato, difeso di fiducia dall’avvocato Emanuele Carbone che, dopo aver chiesto ed ottenuto l’esame tossicologico della sostanza, ha puntato tutta la difesa sul basso effetto drogante della sostanza rinvenuta e sequestrata dai militari.

Infatti, il primo chimico ha potuto constatare che il THC aveva una percentuale bassissima, conseguentemente, l’avvocato Emanuele Carbone, ha chiesto ed ottenuto l’assoluzione del proprio assistito con la formula “perché il fatto non costituisce reato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento