rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
L'inchiesta / Cassino

Presunto voto di scambio, la Procura chiude indagini: chiesto il processo per Tommaso Marrocco

Il consigliere comunale del Partito Democratico eletto tra le fila della maggioranza al comune di Cassino, avrebbe promesso posti di lavoro in cambio di preferenze. Indagate altre 4 persone. Nei guai una candidata non eletta per aver scattato una foto alla scheda elettorale

Nel corso della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Cassino, tra aprile e maggio del 2019, sarebbe avvenuto un presunto voto di scambio tra l'attuale consigliere comunale di maggioranza Tommaso Marrocco e quattro persone senza un reddito fisso e che speravano di poter ottenere così facendo un posto di lavoro.

La Procura della Repubblica di Cassino, nelle persone dei magistrati Roberto Bulgarini Nomi ed Emanuele De Franco, che ha avviato un'indagine a seguito della denuncia di una donna - candidata al consiglio comunale ma non eletta, che si era sentita presa in giro -, ha concluso gli accertamenti svolti dalla Polizia di Stato e chiesto il processo oltre che per il consigliere comunale Tommaso Marrocco, anche per le quattro persone che avrebbero accettato di votare. Nei guai è finita anche la denunciante che per confermare l'avvenuto voto, ha scattato all'interno della cabina elettorale, una fotografia alla scheda. 

I cinque indagati, difesi dagli avvocati Gianrico Ranaldi e Francesco Malafronte, hanno ora venti giorni di tempo per chiedere un eventuale interrogatorio di garanzia. In attesa che il Gup stabilisca la data dell'udienza preliminare e stabilisca se aprire a carico degli imputati un processo o se chiedere il 'no luogo a procedere' perchè estranei ai fatti contestati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunto voto di scambio, la Procura chiude indagini: chiesto il processo per Tommaso Marrocco

FrosinoneToday è in caricamento