Cronaca San Vittore del Lazio

Prima la tentata rapina e poi il bancomat fatto esplodere

Quattro banditi in azione bloccano il titolare di un Bed and Breakfast a San Vittore: presi portafogli e telefono cellulare poi ritrovato. A Rocca d'Evandro un gruppo di malviventi è riuscito a far saltare l'erogatore di danaro della Banca Popolare del Cassinate

Foto dal web

Prima la tentata rapina a danno del titolare di un Bed & Breakfast di San Vittore e poi l'assalto al bancomat di Rocca d'Evandro. Due episodi di criminalità avvenuti in pochi chilometri e durante la notte tra venerdì e sabato. Il primo episodio ha visto come protagonista il titolare di una struttura ricettiva che poco dopo le due si è visto presentare alla reception quattro uomini armati di pistola. Due di loro avevano accento straniero e lo hanno costretto a consegnare il portafogli e il telefono cellulare. Poi sono fuggiti. 

L'esplosione e il terrore

A pochi chilometri di distanza, nel comune di Rocca d'Evandro, poco prima delle tre, c'è stata una fortissima esplosione. I residenti hanno creduto fosse scoppiata qualche abitazione. Invece è bastato poco per rendersi conto che una banda di malviventi aveva fatto saltare il bancomat presente nei pressi del Municipio e installato dalla Banca Popolare del Cassinate

Le indagini

I carabinieri della Compagnia di Cassino agli ordini del capitano Ivan Mastromanno e quelli della Compagnia di Sessa Aurunca coordinati dal capitano Giuseppe Fedele stanno ora indagando su entrambi gli episodi e il magistrato di turno in Procura, il dottor Alfredo Mattei non esclude che possano essere stato compiuti dalla stessa mano. Per questo sono state acquisite le immagini di videosorveglianza del bancomat e saranno mostrate all'imprenditore rapinato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima la tentata rapina e poi il bancomat fatto esplodere

FrosinoneToday è in caricamento