Ragazza stuprata da due egiziani alla stazione Fs, al via l'incidente probatorio

Il tutto avverrà in modalità protetta, i presunti aguzzini che non potranno avere alcun contatto con la vittima potranno seguire l'interrogatorio tramite monitor

Stuprata  da  due egiziani nei locali in disuso dell’ex Cotral nei pressi della stazione ferroviaria di Frosinone. Questo è quanto  ha raccontato  ai carabinieri una ragazza di 31 anni proveniente dal nord Italia il  25 agosto  scorso, quando, a suoi dire, era stata avvicinata da uno dei due stranieri mentre stava  dormendo sulla panchina. Peccando di  ingenuità si era confidata con  quel ragazzo dicendogli che stava cercando un lavoro. Lui, per  tutta risposta  le aveva detto di seguirlo perché c’era qualcuno che avrebbe potuto offrirgli un lavoro.

La violenza  sessuale

Una volta  dentro quei locali  però l’uomo  l’aveva costretta a spogliarsi e ad avere un  rapporto sessuale con  lui. Successivamente  era  arrivato un  amico  che  aveva  voluto  le stesse  "prestazioni".

Le indagini e l'incidente probatorio

A seguito  di indagini  i  due egiziani, uno di 21  anni, l’altro  di  19, erano stati  arrestati  per violenza  sessuale in concorso. Lunedi prossimo si terrà  l’incidente probatorio con modalità protetta.  Nello specifico la ragazza verrà ascoltata alla presenza dei difensori dei due arrestati, ma non entrerà in contatto con chi l’avrebbe stuprata.  I due stanieri potranno assistere  all’interrogatorio  via  monitor e in un’altra stanza.  Tale decisione è scaturita dal fatto che la trentunenne è una persona dalla personalità fragile, già fortemente depressa per l’esperienza  vissuta. Un faccia a  faccia con i suoi presunti aguzzini  avrebbe potuto  provarla  ulteriormente.

La  storia che ha  fatto scattare  le  manette per   Abo Mohamed  Amr Abdel Ghani   di 21 anni e Elhasany Amnr Shaban di 19 anni  entrambi  disoccupati e domiciliati nel capoluogo ciociaro, risale  allo scorso 25 agosto, quando la ragazza di 31 anni   residente nel nord Italia era appena arrivata nel capoluogo ciociaro in  cerca di lavoro.  Non avendo i soldi per l’albergo  aveva dormito su  una panchina. Il  resto  è  cronaca.

La  tesi difensiva 

Intanto   gli avvocati  Gian Pio Papa  e Pina Micheli  puntano a  dimostrare l’innocenza dei loro assistiti e sostengono che la  ragazza fosse consenziente. A dare loro ragione, ci sarebbe anche il risultato della visita ginecologica dalla quale non erano emerse abrasioni o lacerazioni  che potessero far ipotizzare uno stupro.  Per la cronaca va detto che il 21enne ha ottenuto gli arresti domiciliari mentre l’amico più giovane è rimasto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento