rotate-mobile
Cronaca

Rapina ed estorsione con il metodo mafioso, dopo sette anni finisce in carcere

L'uomo deve scontare ancora 3 anni e 4 mesi di reclusione

Su di lui pendeva una sentenza che prima o poi sarebbe arrivata. Una sentenza di condanna per reati 'pesanti' come la rapina e l'estorsione aggravata con il metodo mafioso che è arrivata nelle ore scorse e che lo ha fanno finire in carcere in provincia di Frosinone.

I carabinieri della Stazione di San Giovanni Incarico nelle ore scorse hanno arrestato un 64 enne, noto alle forze di polizia, in ottemperanza a un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Napoli.

I militari rintracciato l’uomo, originario della provincia di Napoli, che si trovava già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in quel centro, hanno provveduto alla notifica dell’ordine di esecuzione dovendo scontare la pena di anni 3 e mesi 4 di reclusione, essendo stato condannato in via definitiva per i reati di rapina ed estorsione aggravata dal metodo mafioso, delitti commessi negli anni 2017 e 2018 a Castel Volturno (Ce) e Giugliano in Campania (Na).

L’Arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino,  come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina ed estorsione con il metodo mafioso, dopo sette anni finisce in carcere

FrosinoneToday è in caricamento