Regione, bilancio Abbruzzese (fi): testo ha un impatto nullo sulla vita dei cittadini del lazio

"Nel mini collegato al bilancio approvato sabato scorso in consiglio regionale non ci sono tracce tangibili di interventi programmatori, in termini di: occupazione,sostegno alle imprese,salute pubblica, sviluppo, politiche ambientali, quindi con...

Mario Abbruzzese-4

"Nel mini collegato al bilancio approvato sabato scorso in consiglio regionale non ci sono tracce tangibili di interventi programmatori, in termini di: occupazione,sostegno alle imprese,salute pubblica, sviluppo, politiche ambientali, quindi con un impatto estremamente ridotto, direi nullo, sulla vita e quindi del futuro dei cittadini del Lazio". Lo ha dichiarto Mario Abbruzzese, consigliere regionale del Lazio di Forza Italia.

"Quella di arrivare a metà anno, con una legge omnia, o collegato, o mini collegato, come nel caso in esame, è diventata ormai una consuetudine, da parte di questa maggioranza.

Forse perché la scarsa capacità di produzione legislativa nel corso dell’anno, di fatto obbliga la maggioranza a tentare di far passare nel collegato quello che non è stata capace di far approvare per via ordinaria.

Una consuetudine quindi non costruttiva, che non determina le premesse necessarie, nemmeno in questo ultimo scorcio di legislatura, per lo sviluppo della nostra Regione, che oggettivamente in questi anni non c’è stato. Mi sarei aspettato qualche intervento normativo per fronteggiare la grande siccità di questi mesi, e che inevitabilmente avremo anche nei prossimi anni, con ad esempio l’aumento del numero degli invasi sul territorio laziale, invece niente.

Anche per questo tema ho presentato delle proposte emendative tese a tentare di migliorare il testo, in un ottica di corretta collaborazione, ma non si è notata alcuna volontà politica di strutturare una legge in gradi di fare fronte alle tante deficità regionali.

Non una parola sull’emergenza incendi e sulla volontà di potenziare il ruolo e la dotazione della protezione civile regionale.

Non esiste un solo intervento rivolto all’imprenditoria del Lazio ne si percepisce alcuna visione di quella che dovrebbe essere la Regione Lazio nei prossimi anni.

Manca sia la visione di insieme, sia la visione del particolare, manca la programmazione, mancano interventi strutturali, non c’è traccia di una sola opera pubblica.

Non una parola sulle politiche migratorie, anche se non di competenza regionale, che comunque impattano in maniera significativa sui Comuni del Lazio e sui cittadini". Ha concluso Abbruzzese.

BILANCIO, SIMEONE (FI): “DALLA REGIONE 800 MILA EURO PER LA GESTIONE DELLE AREE VERDI COMUNALI DA PARTE DEI CITTADINI”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Durante i lavori del consiglio regionale sul cosiddetto mini collegato al bilancio a cui come opposizione abbiamo partecipato con grande senso di responsabilità cercando di migliorare un testo che purtroppo non ci ha comunque soddisfatto, abbiamo recepito l’emendamento riguardante gli incentivi regionali per la manutenzione delle aree verdi da parte dei cittadini. Da oggi i cittadini che vogliono prendersi cura di un’area verde potranno riunirsi in comitati di quartiere o associazioni senza fine di lucro ed accedere ai contributi regionali. Nel biennio 2017 – 2018 le risorse stanziate sono pari a 800 mila euro. I contributi saranno concessi ai Comuni e riversati ai soggetti affidatari delle aree verdi. Oggi i Comuni, purtroppo, anche a causa della esiguità dei propri bilanci stentano a provvedere al mantenimento del verde pubblico e del decoro urbano. In molte delle nostre città sono tantissimi i cittadini che rimboccandosi le maniche si sono fatti parte integrante della cura del verde pubblico a spese proprie. Con questo provvedimento i cittadini potranno contare su uno strumento in più, sarà agevolata la partecipazione dei residenti alla cura degli spazi verdi e si consoliderà uno stimolo concreto alla coesione sociale. Attraverso la gestione condivisa e diretta della cosa pubblica, infatti, siamo certi che sarà notevolmente innalzata la soglia di decoro urbano e dei livelli di sicurezza reale e percepita da parte delle comunità che rappresentiamo all’insegna della responsabilizzazione, del senso civico e della partecipazione. Un modo nuovo, già sperimentato in altre realtà italiane, di prendersi cura della propria città e di riavvicinare le istituzioni ai cittadini”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento