Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Regione, incendi: Zingaretti scrive a prefetti, ‘attenzione aumentati del 400%’

“Il recente avvio della campagna AIB (Antincendi Boschivi) 2017 evidenzia una preoccupante ed esponenziale recrudescenza degli incendi boschivi con una pressoché costante incidenza su contesti urbanizzati. I dati sin qui elaborati dalla Sala...

"Il recente avvio della campagna AIB (Antincendi Boschivi) 2017 evidenzia una preoccupante ed esponenziale recrudescenza degli incendi boschivi con una pressoché costante incidenza su contesti urbanizzati. I dati sin qui elaborati dalla Sala Operativa Unificata evidenziano un incremento, rispetto agli anni 2015 e 2016, che in alcuni casi è superiore al 400%. Il fattore climatico, benché caratterizzato da una straordinaria siccità che ha indotto questa Amministrazione a dichiarare lo stato di calamità naturale, non è di per se sufficiente a giustificare un andamento chiaramente anomalo dei fenomeni". Lo scrive il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti in una lettera inviata ai Prefetti.

"E' evidente quindi, - prosegue il Governatore nella missiva - che un simile contesto emergenziale imponga uno sforzo straordinario nel porre in essere ogni misura di prevenzione e di contrasto nel rispetto delle specifiche competenze dell'intera filiera istituzionale. La Regione Lazio, con un investimento di diversi milioni di euro, ha provveduto a potenziare la propria flotta aerea e ad assumere provvedimenti a sostegno delle organizzazioni di volontariato di protezione civile. Ma ho timore che tutto questo non sarà sufficiente se non sarà accompagnato da un analogo sforzo anche in termini di prevenzione dei fenomeni e di repressione di condotte illecite". "E' con questo spirito di collaborazione che Le scrivo - conclude la lettera - offrendoLe questi dati affinché sia possibile mettere in campo ogni misura che sarà ritenuta idonea per stimolare condotte preventive da parte degli Enti Locali e l'intensificazione dei servizi di controllo del territorio da parte delle Forze dell'Ordine. Sono convinto, infatti, che soltanto un'azione sinergica e capillare possa essere uno strumento efficace per debellare un'emergenza che sta mettendo a dura prova l'intero territorio regionale".

SICCITÀ, MINNUCCI (PD): "BENE REGIONE CHE PROPONE STOP PRELIEVI LAGO BRACCIANO"

"La giornata di oggi è da segnare con un bel pennarello rosso sul calendario: la Regione Lazio, recependo il grido d'allarme delle istituzioni locali, dei cittadini e del comitato a difesa del lago, ha invitato Acea a mitigare al massimo i prelievi e, come la stessa Regione sostiene, sino all'estremo rimedio di sospensione della captazione dal lago di Bracciano. Una decisione saggia che, oltre a sostenere ciò che andiamo dicendo da tempo, disegna la strada verso un blocco definitivo dei prelievi in un bacino che in questi mesi Acea ha trasformato da riserva idrica a pozzo senza fondo. Faccio un plauso, dunque, al Presidente ZIngaretti e all'Assessore Refrigeri per l'attenzione dimostrata e per una scelta che segna un passo importante nella battaglia a tutela del lago di Bracciano. Quello di oggi è indubbiamente un punto di partenza fondamentale non solo per la salvaguardia del nostro bacino ma anche per iniziare ad affrontare con oculatezza e determinazione il grave problema idrico che trafigge il Lazio a partire dalla riduzione delle dispersioni idriche che si attestano come causa principale". Lo ha detto il deputato PD, Emiliano Minnucci, a seguito del tavolo tecnico di oggi tra la Regione Lazio, i sindaci dei Comuni lacustri, il direttore del parco di Bracciano, il presidente del Consorzio del lago di Bracciano, il Garante del servizio idrico integrato, il direttore di Ato2 e il presidente di Acea Ato2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, incendi: Zingaretti scrive a prefetti, ‘attenzione aumentati del 400%’

FrosinoneToday è in caricamento