Regione, Zingaretti: con camera conciliazione nella sanità risolviamo problemi

"Regione: con Camera Conciliazione contenziosi risolti in 120 giorni. Tutti parlano dei problemi, molti li cavalcano, noi proviamo a risolverli". Lo scrive su twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

image-57

"Regione: con Camera Conciliazione contenziosi risolti in 120 giorni. Tutti parlano dei problemi, molti li cavalcano, noi proviamo a risolverli". Lo scrive su twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

BUSCHINI: "NUOVO PSR CONIUGA POLITICHE AGRICOLE CON QUELLE AMBIENTALI. A DISPOSIZIONE DEL LAZIO 780 MILIONI"

“La salvaguardia dell’ambiente e l’agricoltura possano incontrarsi per dare vita ad uno sviluppo sostenibile. I due ambiti non sono antitetici ma, al contrario, debbono supportarsi a vicenda ed è sulla base di queste considerazioni che, con l’Assessore Hausmann, stiamo lavorando per rendere questo Psr più efficace nel rafforzare l’alleanza che deve esserci tra la tutela dell’ambiente e l’agricoltura. Il nuovo Psr rappresenta senza dubbio una grande opportunità perché è stato strutturato grazie ad un lavoro di ascolto e condivisione con tutti i rappresentanti istituzionali, economici e sociali del Lazio per un nuovo modello di agricoltura basato su una crescita economica intelligente e sostenibile. A disposizione del Lazio nel Psr 2014/2020 ci sono 780 milioni di euro, 77 milioni in più rispetto alla precedente programmazione, di cui circa 24 milioni di euro a disposizione per le sottomisure di competenza diretta della nostra Direzione Ambiente e Sistemi naturali. Il nuovo Psr può rappresentare il vero punto di svolta per le politiche agricole e ambientali del nostro territorio”.

Lo ha dichiarato in una nota l’Assessore Regionale Mauro Buschini durante l’iniziativa sul Psr presso gli uffici della Regione a Frosinone con l’Assessore all’agricoltura Carlo Hausmann.

“I dati del vecchio PSR dimostrano come la Provincia di Frosinone abbia beneficiato di finanziamenti, in maniera anche maggiore rispetto alle altre del Lazio, grazie ai 110 milioni ricevuti che hanno interessato oltre 2500 soggetti. Ripartiremo da questi numeri, consapevoli che le nuove risorse possono contribuire al definitivo rilancio del settore nel Lazio e nella nostra provincia in particolare. Politiche di filiera, sviluppo integrato dei territori, opportunità per i giovani in agricoltura, saranno argomenti centrali per il nuovo programma di sviluppo rurale: come Istituzione saremo al fianco di chi vuole investire in un settore sempre più strategico della nostra Regione”.

CALL CENTER: VALENTE, ‘ACCANTO AI LAVORATORI DI ALMAVIVA CONTACT’ CHIEDERO’ A GOVERNO DI APRIRE TAVOLO AD ‘HOC’

Apprendiamo con preoccupazione che la società Almaviva ha aperto una procedura di mobilità per 918 lavoratori, solo nella sede di Roma, e più di mille nelle città di Napoli e Palermo. Sono numeri altissimi che ci fanno pensare – prima di tutto – ad ognuno di quei lavoratori e alle loro famiglie.

Sono stati vani tutti i tentativi che abbiamo messo in atto per difendere il settore dei call center ma non ci fermeremo e continueremo con il massimo impegno e attenzione per evitare le delocalizzazioni e il dumping sociale. Nell’ultimo incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico, che come Regione Lazio avevamo sollecitato, si è discusso delle problematiche del settore. Al termine dell’incontro il Governo si è impegnato a vigilare sul rispetto delle norme, compresa la clausola sociale, e a garantire con fondi certi gli ammortizzatori sociali per tutto il 2016. Il tavolo del comparto call center è stato nuovamente convocato il prossimo 18 aprile e, nel corso dell’anno, seguiranno altri incontri con cadenza bimestrale per monitorare l’andamento occupazionale di un settore centrale per l’economia di questa Regione e di questo Paese. A seguito dell’apertura della procedura di licenziamento da parte di Almaviva chiederò al Governo di aprire un tavolo ad hoc coinvolgendo le tre regioni maggiormente colpite dai licenziamenti”. Lo afferma in una nota l’assessore al Lavoro e Personale della Regione Lazio, Lucia Valente.

AGEVOLAZIONI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, SIMEONE (FI): “ZINGARETTI PROROGHI ABBONAMENTI IN CORSO PER EVITARE DISAGI”

“La Regione Lazio con deliberazione 23 febbraio 2016, ha approvato la "Revisione delle agevolazioni tariffarie concesse sui servizi di trasporto pubblico locale. Anno 2016”. Con tale atto si definiscono le modalità, i limiti di reddito ISEE e i criteri per la concessione di agevolazioni tariffarie, che entreranno in vigore a partire dal 1° aprile, nei confronti dell’utenza pendolare ed in particolare si mira a dare un sostegno alle persone in difficoltà e alle fasce più deboli della nostra società. Una misura fondamentale e condivisa che rischia, però, di trovare un ostacolo sul piano operativo le cui ripercussioni ricadrebbero sulle spalle dei cittadini. Sul sito della Regione, infatti, il 18 marzo 2016, è stato pubblicato l’avviso che cita testualmente: “Da mercoledi' 30 marzo 2016 sarà possibile effettuare la registrazione e/o l'inserimento della propria richiesta di agevolazione tariffaria secondo i criteri e le modalità stabiliti per l'anno 2016. Per permettere l'aggiornamento delle nuove implementazioni, il Sistema non sarà accessibile a partire dal giorno mercoledì 23 marzo. A tutti coloro i quali, ad oggi, abbiano ricevuto l'email di approvazione della propria richiesta sarà inviato il Voucher il 23 marzo prossimo. A chi non avesse ancora inserito la propria richiesta consigliamo di attendere la riapertura del Sistema”. La ristrettezza dei tempi imposti dalla comunicazione rischia di intasare il sistema e, soprattutto, di precludere a molti la possibilità di accedere e rinnovare l’agevolazione prevista a partire dai primi giorni di aprile. Questo si tradurrebbe nell’esigenza, per i pendolari, di acquistare un abbonamento mensile a tariffa piena ed ordinaria in attesa dell’approvazione della propria domanda e della relativa agevolazione. Considerato che il rilascio di nuovi abbonamenti potrebbe richiedere delle settimane e per evitare che la sospensione del servizio possa gravare, in modo ingiustificato, sulle spalle dei cittadini ed in particolare proprio su coloro che, avendo una situazione economica e sociale disagiata, sono i destinatari di tale misura ho inviato una nota al presidente della regione Lazio e all’assessore Michele Civita, chiedendogli di valutare la possibilità di una proroga degli abbonamenti in corso fino al rinnovo dell’agevolazione tariffaria annuale. Mi auguro che il presidente e l'assessore valutino con attenzione tale proposta al fine di sollevare i cittadini interessati dall’obbligo di sostenere nuovi, inutili ed onerosi costi aggiuntivi”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferentino, scontro tra due auto in via Casilina, muore bimba di 9 anni

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento