Cronaca

Regione,  Zingaretti, firmata intesa con Enel per apprendistato di alta formazione e ricercà interesserà studenti istituto tecnico Marconi di Civitavecchia

Integrazione tra offerta formativa della scuola e fabbisogni del territorio. Con questa finalità è nato il Protocollo di Intesa, firmato dalla Regione Lazio e da altre 6 Regioni, con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca...

Integrazione tra offerta formativa della scuola e fabbisogni del territorio. Con questa finalità è nato il Protocollo di Intesa, firmato dalla Regione Lazio e da altre 6 Regioni, con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il gruppo Enel.

Il progetto, nella Regione Lazio, prevede l'assunzione in apprendistato di Alta formazione e ricerca, per il conseguimento di un diploma di istruzione secondaria superiore, di alcuni studenti del 4° anno dell'Istituto Tecnico Guglielmo Marconi di Civitavecchia. "La firma di questo Protocollo - ha dichiarato il Presidente Nicola Zingaretti - delinea una strada innovativa che va verso un sistema duale scuola-lavoro, strumento chiave per contribuire all'innovazione tecnologica e produttiva della nostra Regione. L'alternanza scuola-lavoro è importante perché fornisce conoscenze, abilità e competenze essenziali per una maggiore spendibilità delle competenze acquisite dai giovani nel mercato del lavoro. Un altro passo, compiuto dalla nostra Regione per arginare l'emergenza della disoccupazione giovanile". "Anche la nostra Regione - ha dichiarato l'assessore Lucia Valente - si allinea alle migliori pratiche attive in molti Paesi europei e, in primis, al sistema duale tedesco, e segue le indicazioni che provengono dalla Commissione europea in relazione agli obiettivi di Europa 2020 e della Garanzia Giovani. L'alternanza scuola-lavoro valorizza un rapporto costruttivo con i territori e con i fabbisogni delle aziende allo scopo di rendere sempre più efficace la formazione e rafforzare le competenze dei giovani a vantaggio della loro occupabilità". "Nella nostra regione per consentire ai giovani fino a 29 anni di coniugare la formazione scolastica con il lavoro - ha concluso Valente - abbiamo disciplinato l'Apprendistato di 1° e 3° livello. Questo sistema, che riconosce il valore formativo del lavoro, attraverso una formazione tecnico-pratica realizzata on the job, rispetta ampiamente l'obbligo d'istruzione e garantisce l'acquisizione dei saperi e delle competenze culturali del giovane". SANITA', SIMEONE (FI): "PRONTO SOCCORSO DI FORMIA NELLA SPORCIZIA, CHIESTO IMMEDIATO INTERVENTO DEL DIRETTORE GENERALE DELLA ASL CAPOROSSI" psformia2 "Lo stato in cui si trova la sala di attesa del Pronto soccorso dell'ospedale Dono Svizzero di Formia è vergognoso. Il luogo deputato ad accogliere persone già gravate dal disagio della malattia dovrebbe essere impeccabile sotto ogni profilo. Invece, è segnato dall' incuria. Gli utenti sono costretti a sedere, tra l'altro con attese che possono prolungarsi per molte ore, su sedie rotte, circondati dai muri che portano i segni della polvere mai rimossa, in locali dove i pavimenti sono sporchi. Per questa ragione, a seguito delle segnalazioni di molti cittadini, ho inviato una nota al direttore generale della Asl di Latina, Michele Caporossi, perché verifichi immediatamente le ragioni di questa carenza di pulizia nella sala d'attesa del pronto Soccorso di Formia e perchè intervenga urgentemente per ripristinare lo stato degli ambienti per garantire all'utenza un contesto salubre ed idoneo ad accoglierli. Quello che dovrebbe essere il luogo dell'accoglienza di chi soffre, ed è già costretto a districarsi con servizi limitati nel numero e nella qualità a causa dei costanti tagli, si trova in condizioni vergognose. Una sanità di qualità non può prescindere dallo stato delle strutture deputate ad erogare i servizi. La mancanza di igiene, che l'incuria comporta, è sintomo della disattenzione che nella sanità non dovrebbe essere contemplata danneggiando la già precaria immagine che le nostre comunità hanno di un servizio fondamentale eccessivamente e costantemente oggetto di sottrazioni sul piano dell'efficacia e dell'efficienza. Mi auguro, tra l'altro, che tale situazione non coinvolga anche altri i reparti dell'ospedale e gli ambulatori del Pronto Soccorso e che si tratti di un caso isolato altrimenti si metterebbe a rischio ulteriormente la vita dei pazienti sottoposti ad un ambiente non consono al loro stato di salute. psFormia Non solo, la mancanza di igiene non consente neanche ai medici e agli infermieri di lavorare in un contesto adeguato e che potrebbe diventare un veicolo di infezioni. Continuerò a vigilare affinché questo ennesimo gap della sanità nella provincia di Latina sia al più presto recuperato perché per rilanciare la sanità pontina in un'ottica di efficienza e di qualità dei servizi non si può prescindere dalla manutenzione ordinaria di cui la pulizia e l'igiene sono il simbolo". MAURO BUSCHINI BANDO SULLA "STAFFETTA GENERAZIONALE", NUOVO INTERVENTO DEL GOVERNO ZINGARETTI PER CONTRASTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE Bando sulla "Staffetta generazionale", nuovo intervento del Governo Zingaretti per contrastare la crisi occupazionale "Dalla Regione Lazio è in arrivo un nuovo bando, finanziato con tre milioni di euro, per favorire la "staffetta generazionale" nelle imprese che hanno una sede nel territorio laziale. Si tratta di un ulteriore intervento del Governo Zingaretti teso a contrastare la devastante crisi occupazionale che ci attanaglia e a favorire l'ingresso dei giovani nel mercato del lavoro: con l'attuazione di meccanismi di flessibilità positiva per i lavoratori maturi costretti a continuare a lavorare per gli effetti delle recenti riforme pensionistiche, si agevola anche il sistema delle imprese nei processi di ricambio generazionale. Il giovane avrà la possibilità, infatti, di essere inserito in un'azienda e, a seconda dei casi e della disponibilità, di ricevere eventualmente anche un'adeguata formazione direttamente dal lavoratore maturo; il lavoratore maturo, cui manchino fino a tre anni al pensionamento, è di contro incentivato ad accettare volontariamente la trasformazione del contratto da full time a part time, perché vedrà comunque garantito il versamento integrale dei contributi previdenziali lavorando la metà del tempo; l'azienda, infine, beneficerà di un ricambio generazionale con minimi costi ma con vantaggi innegabili grazie all'inserimento di giovani motivati. L'iniziativa, inoltre, prevede soglie di salvaguardia per l'occupazione femminile e un equo accesso da parte delle diverse realtà territoriali. La Regione Lazio, continua a fare la sua parte investendo numerose risorse pensate per favorire nuovi posti di lavoro e rilanciare così i territori in difficoltà". Mauro Buschini Lo dichiara in una nota il Consigliere regionale e Presidente della Commissione Bilancio Mauro Buschini.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione,  Zingaretti, firmata intesa con Enel per apprendistato di alta formazione e ricercà interesserà studenti istituto tecnico Marconi di Civitavecchia

FrosinoneToday è in caricamento