Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Roma, 10 arresti nelle zone nord della capitale in poche ore

Un impegno costante quello degli agenti della Polizia di Stato, del Reparto Volanti e dei diversi Commissariati dislocati nella Capitale che, come di consueto, hanno intensificato nel fine settimana i servizi di controllo del territorio, traendo...

Un impegno costante quello degli agenti della Polizia di Stato, del Reparto Volanti e dei diversi Commissariati dislocati nella Capitale che, come di consueto, hanno intensificato nel fine settimana i servizi di controllo del territorio, traendo in arresto 10 persone.

La maggior parte degli arresti sono avvenuti per furto. L'episodio più curioso si è verificato ieri pomeriggio intorno alle ore 15,30 all'interno di un centro commerciale di via Aurelia, quando un uomo, un polacco di 38 anni, è entrato scalzo nell'esercizio commerciale e dopo pochi minuti ne è uscito con un paio di scarpe ai piedi e un paio di occhiali nuovi di zecca, anch'essi indossati, ma con l'etichetta ancora attaccata.

Sorpreso dalla guardia giurata di servizio all'uscita del negozio, che sospettando di lui non lo aveva perso di vista un istante, l'uomo è stato fermato e poi definitivamente bloccato da una pattuglia del Commisariato Aurelio, nel frattempo sopraggiunta.

Poco più tardi, a seguito di una segnalazione al 113, un altro arresto, sempre per furto, questa volta tentato su un' auto in sosta, è stato effettuato dagli agenti del Commissariato

Fidene-Serpentare in via Capuana.

L'uomo, un italiano di 47 anni, sorpreso ad armeggiare all'interno di un' auto che aveva appena forzato, durante il controllo è stato trovato in possesso di un cacciavite e di diversi oggetti di provenienza furtiva e per questo accusato anche di ricettazione.

Stessa sorte per un 47enne polacco, che ha tentato di rubare un' auto parcheggiata in piazzale 12 ottobre 1942, nella zona dell'Eur.

Un'altra segnalazione per furto, con conseguente arresto dei responsabili, è giunta in Questura intorno alle ore 22,30 di ieri sera. Questa volta la zona è quella del Commissariato Vescovio. All'arrivo degli agenti le manette sono scattate per due ragazzi italiani di 21 e 22 anni, che dopo un primo tentativo di eludere il controllo hanno consegnato ai poliziotti un marsupio al cui interno avevano custodito tutti gli arnesi del "mestiere", compresa una centralina elettronica in grado di inibire gli allarmi delle auto da rubare.

Nel corso della notte, altri due ladri di 34 e 41 anni, di nazionalità romena, sorpresi a rubare all'interno di un esercizio commerciale di via Rinascimento e un romano di 45, sorpreso a rubare in un negozio di ottica in Circonvallazione Gianicolense, sono stati arrestati dagli agenti dei rispettivi commissariati.

Oltraggio e danneggiamento ai beni dello stato è invece l'accusa di cui dovranno rispondere due cittadini della Nuova Guinea di 24 e 34 anni che, per sfuggire alle verifiche degli investigatori del Reparto Volanti, hanno oltraggiato gli uomini in divisa con calci e pugni minacciandoli anche di morte. La furia dei due non si è placata neanche quando sono stati fatti accomodare nelle auto di servizio per essere accompagnati in Commissariato. Uno dei due, prima di entrare sulla volante ha danneggiato la carrozzeria della stessa colpendola con diversi calci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, 10 arresti nelle zone nord della capitale in poche ore

FrosinoneToday è in caricamento