Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Roma, a Cinecittà mette in atto la “truffa dello specchietto” cittadino romano arrestato

L’ennesimo caso della ormai celebre “truffa dello specchietto” è stato sventato dai Carabinieri della Stazione Roma Cinecittà, ieri notte.

L'ennesimo caso della ormai celebre "truffa dello specchietto" è stato sventato dai Carabinieri della Stazione Roma Cinecittà, ieri notte.

Un cittadino romano di 27 anni, ha messo in scena la solita farsa per raggirare un ignaro automobilista di 52 anni residente a Cinecittà, additato quale responsabile di un fantomatico danneggiamento subìto dalla sua autovettura mentre stavano percorrendo il G.R.A. all'altezza dell'Ospedale Sant'Andrea.

In un primo momento, il 52enne è caduto dalle nuvole respingendo ogni addebito, poi, si è convinto di aver urtato il veicolo, e dopo essersi accordati sull'entità del danno, si sono dati appuntamento poco dopo, per la consegna di 240 euro in contanti a titolo di risarcimento.

In realtà, come risaputo, il danno era precedente e fatto credere attuale per indurre le ignare vittime in errore e farle cadere nella trappola.

All'appuntamento si sono presentati anche i Carabinieri della Stazione di Roma Cinecittà, allertati dalla stessa vittima, che hanno smascherando il truffatore.

La somma di denaro è stata restituita al legittimo proprietario mentre il 27enne, arrestato con l'accusa di truffa aggravata, è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

A seguito della perquisizione è stata rinvenuta e sequestrata anche la carta abrasiva utilizzata dal truffatore per graffiare la sua auto.

CENTRO STORICO - CARABINIERI ARRESTANO 14 BORSEGGIATORI CHE PRENDEVANO DI MIRA I TURISTI.

Impegnati a fotografare o ammirare i monumenti, intenti nello shopping, in attesa o a bordo dei mezzi pubblici. Così le ignare vittime, tutti turisti, venivano derubate da 14 "manolesta", che nelle ultime 72 ore, sono stati arrestati dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma.

Nel corso dei quotidiani servizi antiborseggio nel cuore della Capitale, i Carabinieri hanno colto in flagranza di reato tre cittadini algerini, sei cittadini romeni, uno del Kosovo, un bulgaro, due serbi e un romano, tutti già noti alle forze dell'ordine, di età compresa tra i 19 e i 67 anni. Per tutti loro l'accusa è di furto aggravato.

I Carabinieri, in servizio anche in abiti civili, sono riusciti a recuperare tutta la refurtiva - portafogli, smartphone e macchine fotografiche - che i malviventi avevano "sfilato" alle vittime in via del Corso, via Giolitti, sulle linee A e B della metro e a bordo del bus linea 85.

Tutti gli arrestati sono a disposizione dell'Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

PIGNETO - violenta rissa TRA CITTADINI CINESI. carabinieri arrestano 5 persone.

Probabilmente una eccessiva assunzione di alcol ha portato, la scorsa notte, cinque cittadini cinesi a perdere il controllo e a scatenare una violenta rissa in strada, per futili motivi. A sedare lo scontro ci hanno pensato i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Piazza Dante, intervenuti in via dell'Acqua Bullicante, arrestando i cinque per rissa aggravata.

A surriscaldare gli animi dei 5 orientali, di età compresa tra i 29 e 48 anni, qualche parola di troppo, che già "alticci", sono arrivati alle mani.

L'intervento dei Carabinieri ha evitato conseguenze ben più gravi in quanto, uno di loro, un 44enne, è rimasto ferito alla testa, riportando un trauma cranico con ferita lacero contusa che è stata suturata con 17 punti presso il Pronto Soccorso dell'ospedale Vannini.

Dimesso con 7 giorni di prognosi, il ferito ha raggiunto gli altri arrestati in caserma, trattenuti in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Cinecittà mette in atto la “truffa dello specchietto” cittadino romano arrestato

FrosinoneToday è in caricamento