Roma, a Cornelia rapina al supermercato sventata dai carabinieri

Rapinatore nasconde il casco e la pistola tra gli scaffali della pasta. In manette 2 romani.

Roma, a Cornelia rapina al supermercato sventata dai carabinieri

Rapinatore nasconde il casco e la pistola tra gli scaffali della pasta. In manette 2 romani.

Nel corso di alcuni controlli antirapina, i Carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato hanno arrestato due romani di 48 e 52 anni, già noti alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di tentata rapina in concorso, ai danni di un supermercato.

Ieri pomeriggio, transitando nei pressi di un supermercato di via della Maglianella, i militari hanno notato una persona in sella ad uno scooter con il casco indossato ed il motore acceso, davanti all’ingresso. Insospettiti. I Carabinieri lo hanno controllato.

Il complice all’interno dell’esercizio commerciale, davanti ad una cassa e con un casco integrale indossato, quando si è reso conto della presenza dei Carabinieri, si è diretto verso gli scaffali ed ha nascosto una pistola e il casco che indossava. Sperando di non essere riconosciuto ha tentato di guadagnare l’uscita fingendosi un cliente del supermercato. L’intervento della cassiera e del direttore del supermercato non hanno lasciato scampo al rapinatore che è stato subito bloccato dai Carabinieri. Il casco e la pistola, risultata essere a salve, sono stati recuperati tra i prodotti negli scaffali. Vistosi scoperto, anche il complice all’uscita, aveva avuto il tempo di nascondere un’altra pistola dietro la ruota di un carrello della spesa.

I successivi accertamenti e le perquisizioni, hanno permesso ai militari di scoprire che, il ciclomotore usato per raggiungere il supermercato era stato rubato all’inizio del mese di aprile, sequestrare le due pistole, scacciacani, usate nel corso della rapina, risultate essere fedeli riproduzioni di una colt 38 speciale e di una beretta modello 92, entrambe sprovviste di tappo rosso, un passamontagna, due scaldacollo, 3 caschi e due giubbotti.

Dopo l’arresto i malviventi sono stati trattenuti in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo. Sono in corso ulteriori indagini volte ad acclarare eventuali responsabilità da parte degli arrestati in merito ad analoghi episodi.

APPIO – PRENDE A CALCI E PUGNI UN PASSANTE PER RAPINARLO . CARABINIERI INTERVENGONO E ARRESTANO UN 19ENNE STRANIERO

La scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Roma Cinecittà hanno arrestato un cittadino ucraino di 19 anni, con precedenti, per aver ha aggredito un cittadino indiano, di 44 anni, nel tentativo di rubargli il portafoglio.

I Carabinieri, nel transitare in via Appia Nuova hanno notato la scena ed hanno bloccato il 19enne, mentre aggrediva la vittima con calci e pugni.

Il malcapitato durante l’aggressione ha riportato vari ematomi al viso ed è stato soccorso da un’ambulanza e traportato all’ospedale Policlinico Casilino.

L’arrestato è stato portato e trattenuto in caserma in attesa di essere giudicato con il rito direttissimo.

GARBATELLA – CONTROLLI STRAORDINARI DEI CARABINIERI. 4 PERSONE ARRESTATE IN poche ore.

Ieri sera, i Carabinieri della Compagnia Roma Eur hanno portato a termine un servizio straordinario di controllo nel quartiere Garbatella.

Il bilancio dell’operazione, finalizzato alla prevenzione ed al contrasto di ogni forma di illegalità, è di 4 persone arrestate. Nello specifico, una pattuglia di Carabinieri in abiti civili ha arrestato un romano di 52 anni, con precedenti, perché sorpreso a rubare uno smartphone dall’interno di un’auto parcheggiata in via Caffaro.

Un 41enne romano, già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato arrestato per detenzione ai fini spaccio. L’uomo, particolarmente nervoso durante il controllo giornaliero, ha fatto incuriosire i Carabinieri, che hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare d’iniziativa, e nella sua camera da letto hanno rinvenuto: 6 dosi di cocaina e 5 di marijuana, 50g di sostanza da taglio, un bilancino elettronico e tutto il materiale utile per il confezionamento.

Altre due persone, un cittadino romeno di 24 anni e un romano di 37 sono stati arrestati perché a seguito di un controllo sono risultati destinatari di un ordine di carcerazione. Nello specifico il 24enne era ricercato per un furto aggravato commesso nel 2016 in provincia di Reggio Emilia, mentre il 37enne era ricercato perché responsabile di aver commesso reati in materia finanziaria nel 2009.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dei controlli sono stati disposti molti posti di controllo alla circolazione stradale, nel corso dei quali sono stati controllati 39 mezzi e 70 persone. Per alcuni dei conducenti controllati sono state riscontrate violazioni al codice della strada ed elevate sanzioni amministrative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

  • Cassino, il primario del Pronto Soccorso sbotta: "Datevi una regolata"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento