Roma, a Fontana di Trevi utilizzava lo smartphone per filmare le parti intime di ignare passanti. Denunciato 43enne romano con il “vizietto”

  Nel corso dei quotidiani controlli di prevenzione finalizzati al contrasto dei reati ai danni di turisti,  ieri sera in Piazza Fontana di Trevi, i Carabinieri della Stazione di Roma - Via Vittorio Veneto hanno fermato e denunciato a piede libero...

Nel corso dei quotidiani controlli di prevenzione finalizzati al contrasto dei reati ai danni di turisti, ieri sera in Piazza Fontana di Trevi, i Carabinieri della Stazione di Roma - Via Vittorio Veneto hanno fermato e denunciato a piede libero un cittadino romano di 43 anni, sorpreso a filmare, utilizzando il suo smartphone, le parti intime di turiste in transito.

Nello specifico, i Carabinieri hanno notato l’uomo che, approfittando della folla di turisti nei pressi della fontana monumentale, si avvicinava in modo sospetto ad alcune ignare giovani, sorprendendolo nel momento in cui, dopo aver attivato la modalità videocamera sul suo smartphone, filmava al di sotto delle loro gonne.

I militari lo hanno bloccato e accompagnato in caserma dove hanno accertato, a seguito di ispezione, la presenza, nella memoria del suo smartphone, di molteplici video dello stesso tipo, girati in diversi luoghi della Capitale.

L’uomo è stato denunciato a piede libero con l’accusa di violenza privata, mentre continuano le indagini dei Carabinieri per accertare l’identità delle vittime.

CIRCO MASSIMO – FINTI POLIZIOTTI SIMULANO UN CONTROLLO DI POLIZIA SU UN TURISTA BRASILIANO E LO RAPINANO. CARABINIERI INTERVENGONO E ARRESTANO 2 CITTADINI ROMENI.

Nel corso dei servizi finalizzati al contrasto dei reati predatori sui mezzi di pubblici e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno arrestato due cittadini romeni, di 57 e 48 anni, entrambi senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, per aver rapinato un turista brasiliano, dopo essersi spacciati per agenti di polizia.

In via del Circo Massimo, i due malfattori , fingendosi “poliziotti”, hanno fermato un 41enne turista brasiliano, mostrandogli un portatessere privo di alcun distintivo e dopo aver simulato un controllo di polizia hanno preteso di controllare il contenuto della suo portafoglio impossessandosi dei soldi contenuti all’interno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I Carabinieri li hanno notati e sono immediatamente intervenuti. I due finti poliziotti sono stati arrestati ed accompagnati in caserma in attesa del rito direttissimo. Dovranno rispondere del reato di rapina in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento