Roma, a Manzoni strappa la catenina d’oro dal collo di una turista, prontamente arrestato

Aveva appena strappato una catenina d’oro dal collo di una turista di Udine che si trovava nella stazione della metropolitana “Manzoni”, ma la sua fuga rocambolesca è stata notata dai Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante e dagli Agenti...

Controlli dei Carabinieri (1)-2

Aveva appena strappato una catenina d’oro dal collo di una turista di Udine che si trovava nella stazione della metropolitana “Manzoni”, ma la sua fuga rocambolesca è stata notata dai Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante e dagli Agenti della Polizia di Stato del Reparto Mobile di Firenze impegnati in un servizio di controllo del territorio nella zona.

Lo sfortunato ladro, un cittadino tunisino di 36 anni, domiciliato a Roma e con precedenti, è stato, così, bloccato in via Principe Aimone dopo una breve fuga a piedi.

La turista italiana vittima dello scippo ha riportato delle lesioni, seppur lievi, che l’hanno costretta a “visitare” il pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni Addolorata”, da dove è stata dimessa con 2 gg di prognosi per un trauma al collo.

All’uscita dall’ospedale, però, la 63enne ha trovato i Carabinieri e gli Agenti della Polizia di Stato che le hanno restituito la catenina rubata, facendole tornare il sorriso.

Lo scippatore, che dovrà rispondere del reato di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale, è stato trattenuto in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

CONTROLLI DEI CARABINIERI - FERMATI 4 BORSEGGIATORI E SANZIONATE 2 ATTIVITA’ COMMERCIALI NEL QUARTIERE ESQUILINO.

Nel corso di un’intensa attività di controllo del territorio e di accertamenti alle attività commerciali nel quartiere Esquilino e zone limitrofe, i Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante hanno fermato 4 borseggiatori e sanzionato 2 locali.

Nello specifico, all’interno di un negozio in via Filippo Scolari, i Carabinieri hanno bloccato due cittadine romene, di 30 e 17 anni, senza fissa dimora e con precedenti, colte in flagranza mentre tentavano di sfilare il portafogli e lo smartphone dalla borsa di una cliente, intenta ad osservare la merce esposta. La 30enne è stata arrestata mentre la minore denunciata a piede libero. Per entrambe l’accusa è di tentato furto aggravato in concorso.

In via del Tritone, i Carabinieri hanno arrestato, con l’accusa di furto aggravato in concorso, due cittadini stranieri, un 42enne della Libia e un 51enne del Marocco, senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, che avevano rubato la borsa ad una turista ungherese, di 50 anni, intenta a cenare in un fast food.

Nel quartiere Esquilino, i Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante, con l’ausilio dei colleghi del NAS di Roma, hanno ispezionato i locali e le attività commerciali, elevando sanzioni per un totale di 3.500 euro.

In via Rattazzi, il gestore di una tavola calda/kebab è stato sanzionato per un importo di 2.500 euro per insufficienti condizioni igienico sanitarie e per la mancata tracciabilità dei prodotti. I Carabinieri hanno anche sequestrato 30 kg di prodotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In via Giovanni Giolitti, il titolare di un’altra tavola calda/kebab è stato sanzionato per l’importo di 1.000 euro per le scarse condizioni igienico sanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento