Roma, a Montespaccato nonno pusher arrestato per spaccio

La scorsa sera, nel corso di alcuni controlli del territorio, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato un uomo, di 60 anni, originario della Calabria, ma da anni residente nella Capitale, per detenzione ai...

La scorsa sera, nel corso di alcuni controlli del territorio, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato un uomo, di 60 anni, originario della Calabria, ma da anni residente nella Capitale, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L’uomo, già conosciuto dai militari per pregressi reati inerenti lo spaccio, ieri sera stava passeggiando in via Bonfigli, nei pressi della propria abitazione, quando si è accorto della presenza della pattuglia dei Carabinieri in borghese, ferma sulla strada. Sperando di non destare attenzione, ha immediatamente cambiato direzione, producendo però l’effetto contrario.

E’ stato subito riconosciuto dai militari perché proprio loro lo avevano arrestato pochi mesi fa per spaccio. Durante il controllo, l’uomo ha iniziato a mostrare un pò di nervosismo.

A quel punto è stato perquisito, ma addosso i militari non gli hanno trovato nulla. Nel suo appartamento nascondeva 60 g di cocaina pura al 60%, suddivisa in due pacchetti termosaldati di 50 e 10 g. Oltre allo stupefacente i militari hanno rinvenuto anche diverso materiale utile al confezionamento delle dosi e all’interno di una piccola cassettina di sicurezza ben 8500 euro, suddivisi e ben impacchettati in banconote di vario taglio ma in gran parte da 50€, facendo credere ai militari che i soldi fossero il ricavato di una vincita, ma da accertamenti risultata non veritiera.

Dopo l’arresto su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato ricondotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicato con il rito direttissimo, presso le aule del Tribunale di Roma.

OSTIA, SCOPERTA UNA BASE DI SMERCIO DELLA COCAINA NEL CUORE DELLA CITTA’ . ARRESTATO GIOVANE PUSHER

Ostia - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Ostia hanno arrestato Armando S., romano di 20 anni, nullafacente, già conosciuto alle forze dell’ordine, per detenzione ai fini dispaccio di sostanza stupefacente.

Già da qualche giorno i Carabinieri tenevano d’occhio l’andirivieni sospetto di alcuni malviventi, presso una delle mansarde abusive ubicate all’ultimo piano nei condomini siti in Piazza Gasparri, fino a che ieri, nel tardo pomeriggio, è scattato il blitz nell’appartamento: l’uomo, appena si è reso conto che i Carabinieri erano alla sua porta, ha cercato di nascondere la sostanza stupefacente, ma senza successo. Infatti i militari lo hanno sorpreso, verificando che in quel momento era impegnato nella preparazione delle varie dosi di cocaina.

Gli uomini dell’Arma si sono trovati davanti un vero e proprio laboratorio di preparazione e di smercio della sostanza illecita. La perquisizione della mansarda ha consentito di rinvenire alcune dosi di cocaina già confezionate, nonché tutto il necessario per la preparazione, il taglio, la lavorazione ed il confezionamento della stessa, oltre a più di 400 euro in contanti, ritenuti provento dell’illecita attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il malvivente, già sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla p.g., è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, e nella mattinata di oggi sarà accompagnato presso le aule del Tribunale di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento