Roma, a Porta Maggiore facevano acquisti on line pagando con soldi falsi, poi rivendevano la merce sullo stesso sito di annunci

Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni hanno denunciato a piede libero, due romani, 23enni, entrambi nullafacenti, responsabili di ricettazione e spendita di banconote false in concorso.

Roma, a Porta Maggiore facevano acquisti on line pagando con soldi falsi, poi rivendevano la merce sullo stesso sito di annunci

Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni hanno denunciato a piede libero, due romani, 23enni, entrambi nullafacenti, responsabili di ricettazione e spendita di banconote false in concorso.

La settimana scorsa i due hanno acquistato, tramite un annuncio pubblicato on line su un noto sito internet, un telefono di ultima generazione che hanno pagato con delle banconote false da 50 euro.

La vittima, uno studente romano di 21 anni, rientrato a casa si è reso conto che i 250 euro ricevuti erano falsi, così ha cercato di individuare i due malviventi controllando tra i vari annunci pubblicati sullo stesso sito. Scorrendo i vari annunci ne ha notato uno che pubblicizzava la vendita di uno smartphone identico al suo, con tanto di foto.

Il ragazzo si è recato dai Carabinieri per denunciare l’accaduto, e d’accordo con i militari è stato organizzato un incontro per effettuare una nuova vendita. Questa volta però grazie all’intervento dei Carabinieri i due 23enni sono stati bloccati e trovati in possesso di altre 5 banconote false, dello stesso taglio delle prime, cioè da 50 euro. Addosso ai due, i militari hanno rinvenuto anche altri 3 telefoni cellulari dei quali non hanno saputo fornire l’esatta provenienza.

Le banconote sono state sequestrate mentre, sono in corso degli accertamenti per risalire ai proprietari dei cellulari trovati nella disponibilità dei due.

ROMA, ALLA MASSIMINA CINQUE APPARTAMENTI, UN’ OFFICINA E UN BAR, TUTTI ALLACCIATI ABUSIVAMENTE ALLA RETE ELETTRICA. ARRESTATE 8 PERSONE

Uno stabile intero, composto da 5 appartamenti, un bar ed un’officina meccanica senza autorizzazione, veniva rifornito abusivamente di energia elettrica da diverso tempo.

Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Compagnia Roma Ostia sono intervenuti in via di Casal Lumbroso, e con la collaborazione dei Carabinieri Forestali di Ostia, hanno arrestato 8 persone per furto aggravato di energia elettrica, mentre due uomini, italiani di 62 e 64 anni, gestori di un officina priva di alcuna autorizzazione, sono stati anche denunciati per abbandono di rifiuti e attività di gestione non autorizzata. I due oltre ad essersi allacciati abusivamente alla rete elettrica, avevano realizzato un deposito di rifiuti pericolosi, e provocato anche uno sversamento di olii e fluidi meccanici, in violazione della normativa sulla tutela ambientale.

I militari supportati dai tecnici specializzati dell’ACEA, hanno rilevato l’allaccio abusivo alla cabina elettrica, stimando un danno di circa 29.000 €.

Continuando i controlli, sempre alla cabina elettrica, sono poi iniziate le vere soprese. Infatti è risultato che, anche il bar situato nella stessa palazzina, gestito da una 38enne romana, era allacciato abusivamente. I tecnici hanno stimato un prelievo irregolare di energia elettrica, quantificato in 37.000 €.

Infine, 5 cittadini romeni, di cui 3 uomini di 30, 34 e 62 anni e due donne di 36 e 44 anni, avevano realizzato degli allacci abusivi alle loro abitazioni, ed avevano effettuato dei prelievi abusivi stimati in circa 80.000 €.

Dopo l’arresto, le 8 persone sono state sottoposte agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

ROMA – FURTI SULLE AUTO IN SOSTA NELLA NOTTE, 4 LADRI ARRESTATI DAI CARABINIERI.

Questa notte, i Carabinieri di Roma - nel corso di 3 distinti episodi accaduti in diversi quartieri della Capitale - hanno arrestato 4 persone con l’accusa di furto aggravato dopo averle sorprese in flagranza mentre tentavano di rubare su auto in sosta.

Il primo a finire in manette è stato un uomo di 49 anni di origini siciliane, nella Capitale senza fissa dimora, con precedenti e già sottoposto alla misura dell’obbligo di firma in caserma, che è stato sorpreso dai Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese mentre stava svuotando i portaoggetti di un’auto parcheggiata sulla Circonvallazione Gianicolense.

In via Roberto Lepetit, zona Tor Tre Teste, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno bloccato un cittadino moldavo di 30 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, “pizzicato” mentre, insieme a due complici che sono riusciti a darsi alla fuga, stava smontando le ruote da una Mercedes in sosta.

Infine, i Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni hanno arrestato 2 cittadini georgiani di 285 anni, entrambi pregiudicati e senza fissa dimora, che avevano appena forzato il portellone laterale di un furgone posteggiato in via Appia.

Tutti i ladri sono stati ammanettati e trattenuti in caserma, dove sono in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento