Roma, a San Paolo prostituzione al centro massaggi è una casa d'appuntamenti: arrestata maitresse cinese

E’ stato l’insolito via vai di persone, in uno stabile in zona San Paolo, che ha fatto insospettire i Carabinieri e che per questo motivo hanno deciso di tenerlo sotto controllo per alcuni giorni.

Roma, a San Paolo prostituzione al centro massaggi è una casa d'appuntamenti: arrestata maitresse cinese

E’ stato l’insolito via vai di persone, in uno stabile in zona San Paolo, che ha fatto insospettire i Carabinieri e che per questo motivo hanno deciso di tenerlo sotto controllo per alcuni giorni.

EUR - L'appartamento sequestrato dai Carabinieri (1)

Nell’appartamento, pubblicizzato come centro benessere e relax, i militari hanno invece poi scoperto che si celava una vera e propria casa di appuntamenti con ragazze cinesi. I Carabinieri della Stazione Roma San Paolo dopo un’articolata attività investigativa hanno effettuato un blitz che ha consentito di identificare numerosi clienti e di definire il ruolo della maitresse, una cittadina cinese di 55 anni, residente a Roma da diversi anni che, reclutate le ragazze connazionali, si occupava di mantenere i contatti con i clienti.

In questo modo forniva informazioni sul tipo di servizio offerto e poi, a fine prestazione, tratteneva tutto il ricavato.

Per non dare nell’occhio la ragazza evitava di uscire dalla casa, anche per periodi molto lunghi, e la maitresse provvedeva a tutte le sue esigenze quotidiane.

Il numero di telefono utilizzato per le inserzioni risultava in uso alla tenutaria che, pertanto, è stata arrestata e condotta presso il carcere di Rebibbia con l’accusa per avere gestito la casa di appuntamento e sfruttamento della prostituzione.

VIA IN LUCINA – “PIZZICATO” A RUBARE SU UN’AUTO IN SOSTA MINACCIA I CARABINIERI CON UN COLTELLO. ARRESTATO LADRO SERIALE.

ROMA – Colto con le mani nel sacco dai Carabinieri, non ha esitato a minacciarli con un coltello, sperando di riuscire a farla franca e evitare l’arresto.

Ma, nonostante l’arma impugnata, un 28enne egiziano, senza occupazione e con precedenti, è stato bloccato dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina.

Ieri notte, aveva già razziato alcune auto in sosta ma, non contento, aveva puntato un altro veicolo parcheggiato in via in Lucina. Una volta forzata la portiera, l’uomo, però, non ha fatto i conti con la vigilanza attiva dei Carabinieri della vicina caserma che lo hanno “pizzicato” in flagranza.

Nel tentativo disperato di fuga, il 28enne ha estratto un coltello e minacciato i Carabinieri ma è stato ammanettato senza conseguenze.

Oltre all’arma che è stata sequestrata, i Carabinieri hanno trovato nel suo zaino quattro autoradio, un navigatore satellitare, alcuni capi d’abbigliamento e vario materiale, tutto rubato.

Il ladro seriale è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà difendersi dalle accuse di furto aggravato, rapina impropria e ricettazione.

PORTA PORTESE – CONTROLLI STRAORDINARI DEI CARABINIERI. 4 PERSONE ARRESTATE, 6 DENUNCIATE ED ESERCIZI COMMERCIALI SANZIONATI.

I Carabinieri della Compagnia Trastevere e del Nucleo Radiomobile di Roma, unità cinofile del Nucleo di Santa Maria di Galeria, con il supporto specialistico dei Carabinieri del N.A.S (Nucleo Antisofisticazione e Sanità) del N.I.L. (Nucleo Ispettorato del Lavoro) di Roma, per l’intero pomeriggio di ieri, hanno portato a termine un servizio straordinario di controllo a Porta Portese.

Il bilancio dell’operazione, finalizzato alla prevenzione ed al contrasto di ogni forma di illegalità, è di 4 persone arrestate: un cittadino delle Bahamas, di 44 anni, con precedenti, per violazione dell’obbligo di dimora a cui era sottoposto; una cittadina romana di 45 anni, con precedenti, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Napoli per furto aggravato, dovendo espiare una pena di due anni e cinque mesi di reclusione; un cittadino romeno di 41 anni, con precedenti, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso Tribunale Ordinario di Roma dovendo espiare una pena di 4 mesi di reclusione per reato di furto aggravato; un romano di 64, controllato in strada, è risultato destinatario di un ordinanza di carcerazione dovendo espiare una pena di 5 anni di reclusione a seguito di una condanna per rapina aggravata.

Altre 6 persone sono state denunciate a piede libero: un cittadino romano di 54 anni per inosservanza del foglio di via obbligatorio; un cittadino egiziano di 25 anni, con precedenti, sorpreso in possesso di 16 g di hashish; un cittadino romano di 22 anni, con l’accusa di ricettazione, poiché sorpreso alla guida di un’auto rubata; un cittadino tunisino di 46 anni, titolare di un bar, per violazioni in materia di sicurezza sul lavoro; due fratelli entrambi cittadini romani titolari di un bar per tentata frode in commercio.

I Carabinieri hanno effettuato anche dei controlli amministrativi ad alcuni locali pubblici della zona di Porta Portese. Il titolare di un ristorante giapponese in viale Marconi è stato multato per aver impiegato sette lavoratori senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro; sanzionato anche il titolare di un bar di via Avicenna, per ritardata comunicazione di assunzione, mancata attuazione manuale autocontrollo e omessa indicazione di vendita ed ingredienti nei prodotti alimentari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dei controlli sono stati disposti posti di controllo alla circolazione stradale, nel corso dei quali sono stati controllati 156 mezzi e 320 persone. Per alcuni dei conducenti controllati sono state riscontrate violazioni al codice della strada ed elevate sanzioni amministrative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento