Roma, a san Pietro benzinaio pusher in manette un 35enne romano

Questa notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno arrestato un benzinaio di 43 anni, cittadino romano con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno arrestato un benzinaio di 43 anni, cittadino romano con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato sorpreso all’interno del suo distributore di carburante, tra Cipro e Ottaviano, mentre cedeva una dose di marijuana in cambio di 10 euro.

Il benzinaio pusher a seguito di perquisizione è stato trovato in possesso di altri 55 g di marijuana e 3 g di cocaina che sono stati sequestrati.

Dopo l’arresto, il 43enne è stato accompagnato in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

Fermato ed identificato anche il cliente, un ragazzino romano, che è stato segnalato in qualità di assuntore all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma.

TENTA DI ELUDERE IL CONTROLLO CON TARGA E DOCUMENTI FALSI: CARABINIERI ARRESTANO UN PREGIUDICATO SERBO

Vitinia: Una Fiat Multipla con a bordo due stranieri che si aggirava per le vie di Vitinia ha insospettito i militari dell’Aliquota Radiomobile di Ostia. Fermata la vettura in largo Castel Bolognese, i Carabinieri hanno eseguito accurati controlli sul conducente, nutrendo sospetti sui documenti esibiti. I dubbi dei militari si sono subito rivelati più che fondati: condotto in caserma per gli ulteriori accertamenti a suo carico, la patente e la carta d’identità croate che aveva loro esibito sono infatti risultate completamente contraffatte ed anche la targa austriaca apposta sulla vettura è risultata falsa. L’uomo, un serbo cl. ’87, con pregiudizi per reati contro il patrimonio, è stato identificato poi con i suoi effettivi documenti, ritrovati dai Carabinieri a seguito della perquisizione domiciliare eseguita presso un’abitazione di via Bertini: per questo è finito in manette e, dopo una notte in camera di sicurezza è giunta la convalida dell’arresto in Tribunale e la sottoposizione all’obbligo di presentazione tutti i giorni presso la locale Stazione dei Carabinieri.

CARABINIERI ARRESTANO I BORSEGGIATORI DELLA MOVIDA DI TESTACCIO. IN MANETTE DUE 18ENNI EGIZIANI.

Erano diventati l’incubo dei giovani frequentatori della movida del quartiere Testaccio, i due borseggiatori arrestati dai Carabinieri della Stazione di Roma Aventino.

Si tratta di due cittadini egiziani, entrambi 18enni e già noti alle forze dell’ordine, che fingendosi due normali ragazzi in cerca di divertimento, alleggerivano giovani e/o turisti nei pressi dei locali della movida.

Ieri notte, l’ultimo colpo è stato fatale ai due manolesta che utilizzando lo stesso sistema, in via di Monte Testaccio, si sono spacciati per due normali clienti in fila, in attesa di entrare in un locale e approfittano della folla, hanno sfilato il portafogli contenente carte di credito, documenti personali e denaro contante ad una giovane turista inglese.

Sfortunatamente per loro i militari dell’Arma li hanno notati e immediatamente bloccati.

La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata alla vittima mentre i due ladri dopo l’arresto sono stati accompagnati in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziari, in attesa del rito direttissimo.

Dovranno rispondere di furto aggravato in concorso.

SAN BASILIO – UBRIACO ALLA GUIDA DI UN’AUTO INVESTE MOTOCICLISTA E SCAPPA. CARABINIERI LO NOTANO SFRECCIARE A FOLLE VELOCITA’, LO INSEGUONO E LO ARRESTANO.

I Carabinieri della Stazione di Roma San Basilio hanno arrestato un barista romano di 23 anni che alla guida di un’Audi A3 procedeva a folle velocita in via Fabriano, bloccato al termine di un breve inseguimento. Il giovane una volta fermato dai Carabinieri è stato subito sottoposto all’alcool test risultando positivo, con un tasso alcolemico pari a 1,9 gr/l.

A seguito di accertamenti è emerso che il 23enne pochi istanti prima, in via Casale di San Basilio, aveva investito un motociclista di 33 anni, cittadino romano, soccorso e trasportato prima presso l’ospedale “Sandro Pertini” dove gli sono state diagnosticate gravi lesioni interne e fratture importanti e successivamente trasferito al policlinico Umberto I e dove si trova in prognosi riservata, molto grave.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arresto dai Carabinieri, il 23enne è stato poi accompagnato in caserma a disposizione dall’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di lesioni personali gravissime e fuga di conducente in caso di lesioni personali stradali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento