Roma, a Tor Bella Monaca nascondevano droga in una stufa arrestati 3 pusher

Pensavano di averla passata liscia e che il blitz antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Frascati nella loro abitazione, a Tor Bella Monaca, fosse terminato senza trovare nulla di illecito, ma a tradire i 3 coinquilini è stata la presenza di...

Pensavano di averla passata liscia e che il blitz antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Frascati nella loro abitazione, a Tor Bella Monaca, fosse terminato senza trovare nulla di illecito, ma a tradire i 3 coinquilini è stata la presenza di una stufa nella loro camera da letto. Considerate le altissime temperature di questi ultimi giorni, i Carabinieri si sono insospettiti ed hanno approfondito.

Proprio all’interno della stufa, dopo averla smontata in più parti, i militari hanno rinvenuto al suo interno dosi di eroina, pronte alla vendita, tutto l’occorrente per il taglio e confezionamento e circa 1.000 euro, provento dello spaccio.

In manette sono finiti 3 cittadini del Gambia, di 24, 31 e 42 anni, senza occupazione e già noti per i loro trascorsi negli ambienti degli stupefacenti.

Per i tre arrestati si sono aperte le porte del carcere di Regina Coeli, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la stessa operazione antidroga, i Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno arrestato anche un 19enne egiziano, senza fissa dimora e colpito da divieto di ritorno nel Comune di Roma, sorpreso a cedere dosi di cocaina ad alcuni giovani in via dell’Archeologia. Nelle sue tasche i Carabinieri hanno trovato altre dosi della stessa sostanza e circa 500 euro, provento dello spaccio. L’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà difendersi dall’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e dovrà spiegare all’Autorità Giudiziaria la sua presenza nel Comune di Roma nonostante il divieto impartitogli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento