Cronaca

Roma, a Tor Bella Monaca scambiano carabinieri in borghese per acquirenti

2 cittadini nigeriani arrestati e circa 700 grammi di droga recuperata. In manette anche altri 3 pusher.

2 cittadini nigeriani arrestati e circa 700 grammi di droga recuperata. In manette anche altri 3 pusher.

Affiancati da un'auto civetta dei Carabinieri di Tor Bella Monaca hanno pensato di avere a che fare con degli acquirenti di droga, ma quando hanno scoperto di chi si trattava realmente, hanno tentato di allontanarsi e hanno gettato dal finestrino un pacco contenente oltre mezzo chilo di marijuana mentre cercavano di scappare. I Carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca, in servizio in abiti civili, li hanno però raggiunti ed arrestati in via Contessa Entellina. Si tratta di due cittadini nigeriani, di 32 e 34 anni, già noti alle forze dell'ordine.

I Carabinieri avevano notato i due uomini africani a bordo dell'auto in atteggiamento sospetto e li hanno affiancati per un controllo.

Il pacco gettato dall'auto in corsa è stato poi recuperato dai Carabinieri e si è scoperto contenere oltre mezzo chilo di droga.

A bordo sono state rinvenute e sequestrate altre dosi di droga, tra marijuana e cocaina, e diverse centinaia di euro, provento dell'attività illecita.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo. Dovranno difendersi dall'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell'ambito degli stessi servizi nel quartiere, i Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno arrestato altre tre persone.

In via Giacinto Camassei, un 49enne romano ma residente ad Albano Laziale, con precedenti, è stato trovato in possesso di 14 dosi di cocaina e oltre 700 euro, provento dello spaccio.

In via dell'Archeologia, un 39enne romano, già sottoposto all'obbligo di presentazione in caserma, è stato colto in flagranza mentre cedeva dosi di cocaina a due giovani acquirenti, a loro volta identificati e segnalati alla Prefettura. Nelle sue tasche, i Carabinieri hanno trovato altre dosi della stessa droga e 1.100 euro in contanti.

Infine, i Carabinieri hanno arrestato una 56enne romana, già agli arresti domiciliari nella sua abitazione in via Giacinto Camassei, perché colpita da un ordine di carcerazione, dovendo scontare una pena residua di un anno per associazione di tipo mafioso, estorsione e rapina aggravata in concorso, reati commessi in Calabria tra dicembre 2002 e luglio 2013.

PRIMA PORTA - TRASPORTAVANO DROGA E VIAGRA: CARABINIERI ARRESTANO 3 CITTADINI EGIZIANI

I Carabinieri della Stazione Roma Prima Porta, con l'ausilio del Nucleo Cinofili Carabinieri di Santa Maria di Galeria hanno eseguito una mirata attività di controllo antidroga nella zona di Prima Porta.

Nella piazza principale del quartiere sono stati fermati tre cittadini egiziani, di 20, 30 e 31 anni, tutti senza occupazione e con precedenti. Dopo le prime verifiche, i Carabinieri si sono insospettiti perché il passaporto di uno di loro presentava numerosi visti di ingresso e di espatrio dal nostro Paese verso territori ad oggi considerati "sensibili" dal punto di vista del terrorismo. Per questo, i Carabinieri hanno deciso di ispezionare l'appartamento dove i sospettati hanno dichiarato di abitare, in via Dalmite.

All'interno sono state rinvenute decine di dosi di hashish, materiale per il taglio e il confezionamento, decine di pasticche di Viagra e diversi pc portatili e smartphone, di cui i tre fermati non hanno saputo fornire l'esatta provenienza e quindi tutto ritenuto provento di furto.

Sono stati rinvenuti anche alcuni documenti d'identità, su cui sono ancora in corso indagini, visto che uno degli arrestati ha precedenti penali per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Gli arrestati sono stati portarti in carcere a Regina Coeli, in attesa di essere giudicati dal Tribunale di Roma.

MERCATO DELL'USATO BASTOGI - RICONOSCE IL SUO OROLOGIO AL MERCATINO DELL'USATO. 58ENNE ROMANO ALLERTA I CARABINIERI, DENUNCIATI DUE CITTADINI ROMENI.

ROMA - Ieri mattina, un 58enne romano, passeggiando tra le bancarelle del mercato dell'usato Bastogi, mentre era in cerca di qualche buon affare, ha notato esposto su di un banco, il suo orologio rubatogli il 3 marzo scorso, all'interno della sua abitazione.

Su tutte le furie, dopo averne chiesto conto ai due venditori che non hanno saputo giustificare la provenienza dell'orologio ha chiamato subito il 112.

Sul posto è arrivata una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato che grazie anche alla denuncia dettagliata presentata dalla vittima in occasione del furto subito, hanno potuto accertarne la proprietà.

I Carabinieri hanno cosi identificato e denunciato a piede libero i due venditori, entrambi cittadini romeni rispettivamente di 22 e 42 anni e domiciliati al campo nomadi di via del Foro Italico che dovranno rispondere del reato di ricettazione.

L'orologio recuperato dai carabinieri è stato è stato poi riconsegnato al legittimo proprietario.

ROMA - CARABINIERI ARRESTANO LADRO CHE IN DUE ORE AVEVA SVUOTATO 4 FURGONI TRA SAN GIOVANNI, CENTRO STORICO E VATICANO. RECUPERATA REFURTIVA PER OLTRE 20MILA EURO.

E' stato fermato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro, in viale Vaticano, dopo essere stato sorpreso a rubare attrezzi edili da un furgone parcheggiato in strada.

A finire in manette è stato un cittadino algerino di 53 anni, già conosciuto alle forze dell'ordine.

Nel frangente, i militari hanno recuperato gli attrezzi che l'uomo aveva appena trafugato da un veicolo in sosta in viale Vaticano. Durante la perquisizione della sua auto, sono stati inoltre rinvenuti altri numerosi attrezzi professionali quali valigette portautensili, varie tipologie di trapani con relativi accessori, kit interi con chiavi, cacciaviti e pinze, compressori e altro per un valore complessivo di oltre 20mila euro.

Il 53enne, messo alle strette dai Carabinieri, ha confessato di aver messo a segno altri colpi nelle due ore precedenti: due in via Magna Grecia e uno sul Lungotevere in Augusta, tutti ai danni di furgoni di privati o di aziende.

L'intera refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari, mentre il ladro, che deve rispondere di furto aggravato continuato, è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Tor Bella Monaca scambiano carabinieri in borghese per acquirenti

FrosinoneToday è in caricamento