Cronaca

Roma, a Tor Sapienza lancia una bottiglia sull’auto che si ferma per farlo attraversare e aggredisce gli occupanti con un sasso

Si è fermato al centro della carreggiata davanti all’autovettura che si era fermata per farlo attraversare e ha lanciato sul parabrezza una bottiglia, poi non contento ha aggredito i due occupanti del veicolo, colpendo uno di loro alla testa con...

Si è fermato al centro della carreggiata davanti all'autovettura che si era fermata per farlo attraversare e ha lanciato sul parabrezza una bottiglia, poi non contento ha aggredito i due occupanti del veicolo, colpendo uno di loro alla testa con un sasso.

NRM - Il sasso sequestrato dai Carabinieri (3)

Ieri sera, in via Collatina all'incrocio con via Gino Severini, quartiere Tor Sapienza, è finito in manette un 20enne del Gambia, senza fissa dimora e con precedenti, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con le accuse di lesioni aggravate e resistenza a PU.

Panico per gli occupanti dell'autovettura, padre e figlio, fermatasi per permettere l'attraversamento pedonale, che senza apparente motivo si sono visti lanciare sul parabrezza una bottiglia di vetro da parte del giovane.

Ne è scaturita una lite che è degenerata nel lancio di un grosso sasso, raccolto da terra, da parte dell'arrestato che ha colpito alla testa il papà.

Intervenuti rapidamente sul posto, i Carabinieri sono stati aggrediti a loro volta dal 20enne, ancora in stato di agitazione, ma sono riusciti a bloccarlo poco dopo, recuperando e sequestrando anche il sasso.

I militari hanno poi prestato i primi soccorsi al ferito, che è stato poi trasportato all'ospedale "Figlie di San Camillo", dove è stato medicato per una contusione con ferita lacerocontusa allo zigomo e una frattura alle ossa nasali, guaribili in 20 giorni.

L'arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.

DON BOSCO - FURTO NELL'ISTITUTO SCOLASTICO. CARABINIERI BLOCCANO LADRO.

Si è introdotto furtivamente nell'istituto scolastico "San Giovanni Bosco", forzando la porta del locale mensa e ha rubato il denaro contenuto nei distributori automatici di alimenti e bevande. Pensava di averla fatta franca il 40enne romano, nullafacente e con precedenti ma, prima di riuscire ad allontanarsi con la refurtiva, è stato bloccato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che lo hanno arrestato con l'accusa di furto.

Ieri notte, grazie alla segnalazione di un cittadino della zona, giunta al NUE 112, che aveva notato l'uomo introdursi nell'istituto ubicato in viale Palmiro Togliatti, quartiere Don Bosco, i Carabinieri sono intervenuti rapidamente sul posto, dove hanno notato la porta di servizio danneggiata e aperta. I militari sono entrati per un'ispezione ed hanno sorpreso il malvivente con le mani nel sacco.

Recuperata la refurtiva e sequestrati gli arnesi da scasso utilizzati per il colpo, i Carabinieri hanno ammanettato il 40enne e lo hanno portato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del processo.

Nucleo Radiomobile di Roma

CIVITAVECCHIA - SI CONFONDE TRA I GIOVANI NELLA MOVIDA PER DERUBARLI, LADRO ARRESTATO DAI CARABINIERI.

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato un 22enne tunisino, senza fissa dimora e con precedenti, poiché responsabile di furto con destrezza e tentato furto con strappo.

La scorsa notte, nel corso dei servizi di controllo del territorio volti alla prevenzione e repressione dei reati predatori e di controllo alla movida, i Carabinieri della Stazione di Civitavecchia Porto sono intervenuti presso un locale notturno in via Aurelia, abitualmente frequentato da giovani, dove una ragazza aveva contattato il Numero Unico di Emergenza 112 segnalando che un giovane, poco prima, aveva tentato di strapparle la borsa che portava a tracolla. I militari, raccolta la descrizione del malvivente, si sono messi sulle sue tracce individuandolo a poca distanza dal locale, mentre tentava di darsi alla fuga a piedi. Bloccato e portato in caserma, il fermato è stato trovato in possesso di uno smartphone di dubbia provenienza, non sapendo giustificare il suo possesso.

Immediati accertamenti hanno permesso ai Carabinieri di accertare che il telefono era stato trafugato poco prima, con destrezza, dall'interno della borsa di un'altra ragazza presente all'interno dello stesso locale, la quale ha sporto regolare denuncia di furto.

Pertanto, dopo aver restituito il telefono alla legittima proprietaria, i Carabinieri hanno arrestato il giovane ladro e lo hanno associato presso la Casa Circondariale di Borgata Aurelia a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Civitavecchia.

Nel corso dell'udienza presso il Tribunale di Civitavecchia, l'arresto è stato convalidato e il ladro è stato condannato alla pena di 2 anni di reclusione. Nei suoi confronti sono state inoltre avviate le pratiche amministrative per l'espulsione dal territorio nazionale, in quanto sprovvisto di regolare permesso di soggiorno.

SANTA MARINELLA DA UN ANNO ESTORCEVA DENARO AD UN ANZIANO. CARABINIERI ARRESTANO 19ENNE MAROCCHINO.

I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato un 19enne marocchino, abitante a Santa Marinella, per il reato di estorsione aggravata continuata.

L'operazione, eseguita dai Carabinieri della Stazione di Santa Marinella, è scaturita dalla denuncia della vittima, un 71enne pensionato, il quale, dopo oltre un anno di angherie subite da parte del giovane, che lo aveva ripetutamente minacciato, anche di morte, per costringerlo a consegnargli somme di denaro sempre più ingenti, per un totale di oltre 1.000 euro.

Dopo l'ennesima richiesta di 250 euro, seguita dalla pesante minaccia di uccidere sua moglie in caso di mancato pagamento, la vittima ha trovato il coraggio di recarsi dai Carabinieri e denunciare quanto stava subendo.

I militari hanno predisposto un servizio di osservazione in attesa che l'aguzzino si presentasse dall'anziano per riscuotere la somma richiesta e sono interventi, bloccandolo, subito dopo aveva ricevuto il denaro, poi recuperato e restituito al legittimo proprietario.

L'arrestato è stato portato in carcere a Civitavecchia a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, a Tor Sapienza lancia una bottiglia sull’auto che si ferma per farlo attraversare e aggredisce gli occupanti con un sasso

FrosinoneToday è in caricamento